[Tempo di lettura stimato: 0 minuto]

Perché l’accordo con i social per bloccare i contenuti terroristici è sbagliato

19 gennaio 2017 -

Da dicembre 2016, le principali aziende di social media hanno raggiunto tra loro un accordo per il blocco dei contenuti “terroristici”. Secondo l’intesa, in teoria, si passerebbe da un modello punitivo ex post (cioè repressione del reato) all’applicazione di modelli di prevenzione ex ante, basati sulla sorveglianza del web e il filtraggio della attività degli utenti in rete, delegato alle principali piattaforme online. Ma questo approccio presenta numerose problematiche.

L’odio in politica e la sfiducia nei media fanno più paura delle fake news

18 gennaio 2017 -

L’odio in politica e la mancanza di fiducia nei media sono più preoccupanti del fenomeno delle fake news. Disinformazione, false informazioni, propaganda sono sempre esistite. Oggi hanno ancora più possibilità di propagarsi e avere un forte impatto sul dibattito pubblico. Cosa possono fare i tre attori in campo: compagnie tecnologiche, il giornalismo, noi cittadini.

Perché dobbiamo insegnare ai bambini come stare online

17 gennaio 2017 -

I nostri occhi inseguono uno schermo in ogni momento della giornata. I dispositivi ci accompagnano ovunque, al lavoro, a casa, nelle nostre tasche, persino al polso. E l’età di accesso a questi dispositivi, e di conseguenza a Internet, continua ad abbassarsi. Ecco perché le competenze digitali dovrebbero essere una parte essenziale della formazione scolastica sin dai primi anni d’età.

Dal sommerso ai robot: lo stato di salute del lavoro e le sfide che ci aspettano

10 gennaio 2017 -

Inattivi, disoccupati, lavoro nero, i limiti del Jobs Act. Il quadro della situazione in Italia dove solo un terzo della popolazione lavora. Cosa ci aspetta tra cambiamenti demografici, immigrazione, sostenibilità ambientale e la madre di tutte le sfide: l’evoluzione tecnologica. Temi che purtroppo non sono al centro dell’agenda politica del nostro paese.

I gestori dei siti sono sempre responsabili dei commenti? No, ecco cosa dice la nuova sentenza della Cassazione

7 gennaio 2017 -

È di questi giorni una sentenza della Corte di Cassazione in cui si stabilirebbe che i gestori dei siti sono responsabili dei commenti. Alcune testate hanno ospitato pareri allarmati dalle conseguenze e da questo temibile precedente. Ma da una lettura attenta della sentenza si capisce che non c’è nessuna vera novità e non c’è nulla da temere, almeno per ora. Chi gestisce un sito non è responsabile dei commenti, a meno che non sia consapevole dei possibili reati, come la diffamazione, commessi nei commenti.

Abolire o no i voucher? La storia, i dati e il dibattito

6 gennaio 2017 -

L’11 gennaio la Corte Costituzionale deciderà se ci sarà il referendum abrogativo sui voucher voluto dalla CGIL. I buoni lavoro sono da tempo al centro di un acceso dibattito e perciò abbiamo lavorato a questo approfondimento: hanno migliorato il mercato del lavoro o hanno favorito la precarietà e andrebbero aboliti?

La morte di Sandrine e il centro di Conetta: cosa sappiamo

5 gennaio 2017 -

“Migranti, rivolta nel cpa di Cona: 25 operatori bloccati per ore, poi liberati”, “Venezia, rivolta nel centro accoglienza di Cona”, “Rivolta nel centro accoglienza di Cona (Venezia). 25 operatori trattenuti e poi liberati”. Una donna muore al centro di accoglienza per migranti di Conetta, una frazione del Comune di Cona, in provincia di Venezia, ma a fare notizia è la protesta dei migranti iniziata dopo la sua morte.