Civati, ipotesi di ritiro. Ma non è vero e il Corriere non rettifica

Come funziona esattamente un giornale? Perché riportare voci non verificate, e una volta che la notizia viene smentita non si pubblica la rettifica?


Quello che mi piacerebbe capire è come funziona.

Come funziona un giornale? Come funziona quando si dà una notizia che risulta non vera e prima ancora non verificata?
Luca Sofri mi bacchetta affettuosamente e dice che così funziona il giornalismo politico (fatto soprattutto di retroscena) in Italia: riportare voci. Come dire quindi è inutile chiedere… Forse ha ragione, ma io insisto e chiedo. Come funziona?

Stiamo parlando dell’articolo pubblicato dal Corriere della Sera che titolava su una ipotesi di ritiro di Civati dalla corsa alla segreteria del Partito Democratico:

Sondaggio: Renzi al 78%. Civati, l’ipotesi del ritiro

Nel pezzo poi si legge:

L’ipotesi, circolata in questi ultimi giorni alla Festa di Genova, che Pippo Civati possa alla fine stipulare un patto con Renzi e non candidarsi più (come Pittella, del resto) è vista come ulteriore conferma del fatto che ormai il sindaco di Firenze non ha avversari.

Pippo Civati smentisce sul suo blog e su twitter si diffonde l’hashtag #nonmiritiro. Il direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, interviene, sempre su Twitter, e fa un invito a Civati:

Ma perché non verificare prima le voci? Perché aspettare la smentita e poi offrire ‘ospitalità’ sul giornale per spiegare? Spiegare cosa? Una notizia non verificata dal giornale? Cosa che chiedo direttamente al direttore (che però non mi risponde):

Subito dopo arriva la risposta di Civati, che accetta l’invito del direttore De Bortoli:

Vabbè mi dico domani sul Corriere ci sarà l’intervista a Civati, con rettifica delle voci non confermate sul suo ritiro. E invece? E invece c’è l’intervista a Civati, ma non si accenna minimamente alla questione voci di ritiro dalla corsa alla segreteria, smentita etc. etc.

Ma qualcuno mi può spiegare esattamente come funziona questo tipo di giornalismo? Sarebbe assurdo aspettarsi da un giornale una sorta di rettifica, semplice, diretta del tipo: “Abbiamo pubblicato la notizia di voci sul ritiro di Civati, non abbiamo chiesto la conferma a Civati, il diretto interessato ha smentito, ci scusiamo con i lettori”?

 




Valigia Blu - I contenuti di questo sito sono utilizzabili sotto licenza cc-by-nc-nd