Post Robot & Lavoro

Lettera degli zii del pizzaiolo diplomando

27 Giugno 2013 2 min lettura

author:

Lettera degli zii del pizzaiolo diplomando

1 min lettura

Oggi su Repubblica e nella rubrica di Gramellini su La Stampa è comparsa la lettera di una professoressa che racconta di un padre che chiede di bocciare il proprio figlio alla maturità perché possa essere assunto in pizzeria. Il Decreto Lavoro appena approvato, infatti, ha fra le discriminanti per poter usufruire del “bonus assunzioni”(650 euro) quello di non essere diplomati. In realtà la questione è più complessa, come spiega questo articolo de Il Post.

Nel frattempo però la redazione di ValigiaBlu ha ricevuto un'altra lettera: quella dei due zii del pizzaiolo diplomando, i Fratelli Caponi. Ora, non sappiamo se questa storia e questa lettera siano vere o no, ma ce ne freghiamo e volentieri pubblichiamo.

Gentila Direttoressa Dottoressa,
veniamo noi con questa mia addirvi una parola che, scusate se sono poche, ma seiciento e cinquanta euri che il pizzaiolo ci potrebbe dare a nostro nipote, qualora che lo potrebbe assumere se il di cui parente (di quì sopra) venga fortunosamente rimandato all'esame statale della laura; noi ci fanno specie, che questanno c’è stato una grande morìa delle vacche come voi ben sapete.: ...

Abbiamo poccanzi letto, sul qualsivoglia giornale, la lettera della professoressa commendatore di nostro nipote, la quale lamenta anche lei il dispiacere per la grande morìa delle vacche, che voi ben sapete. Questa moneta che vi mandiamo, con questa nostra addirvi, gentile eccellente Direttore del giornale telematico Valigiablu, servono a che voi vi - con l'insalata - consolate dai dispiacere che avretta perché dovete bocciare nostro nipote che gli zii che siamo noi medesimo di persona vi mandano questo denara che è più di quello di Letta, ma che è una e tantum (abbundandis), mentre la moneta di Letta, sei ciento e cinquanta euri per le sunzioni determinate, sono ripetutam (abbundandis).

Perché il giovanotto pizzaiolo è studente che studia, che si deve prendere una laura, ma che deve tenere la testa al solito posto cioè sul collo; : e quindi la laura è meglio che non la prende perché Letta e il Commendatore Giovannino lo faccia interinare nella pizzeria anzidetta.

Salutandovi indistintamente i fratelli Caponi (che siamo noi i Fratelli Caponi)

Iscriviti alla nostra Newsletter


Come revocare il consenso: Puoi revocare il consenso all’invio della newsletter in ogni momento, utilizzando l’apposito link di cancellazione nella email o scrivendo a info@valigiablu.it. Per maggiori informazioni leggi l’informativa privacy su www.valigiablu.it.
Segnala un errore