Ciao a tutti

Alta moda: il Pdl di scena al Tribunale di Milano

12 Marzo 2013 2 min lettura

author:

Alta moda: il Pdl di scena al Tribunale di Milano

1 min lettura

MILANO - Prove di primavera ieri pomeriggio, davanti al Tribunale di Milano: lo stato maggiore del Popolo della Libertà sì è presentato disinvolto e più che mai brillante all'appuntamento con la moda e la bella stagione. Baciati da un timido sole milanese, i maggiorenti del partito del presidente Berlusconi - ancora convalescente - si sono presentati davanti alle scalinate del Palazzo di Giustizia impeccabili nel loro ritorno ai flash delle istantanee: la rubizza Brambilla, il sontuoso Gasparri, l'indomito Alfano e uno stilosissimo Scilipoti hanno dato con gli altri dimostrazione d'originalità e freschezza  sottolineando con motteggi e cori irriverenti le storture insanabili della «faziosa magistratura italiana». Sguainati iPhone d'ultimissima generazione, il gruppo ha perfino immortalato i passaggi cruciali della kermesse lombarda.

Ma è l'alta moda a dominare la scena: castigata in un cappotto bleu a tre bottoni, la bionda Laura Ravetto si è conquistata sorridente gli sguardi di passanti e telecamere, forse la palma della più smagliante. Senza mai oscurare il completo kaki di Denis Verdini, spiritoso e spavaldo nella sua cravatta tono su tono. Ricercatissima Daniela Santanché, dietro lenti vistose e mai volgari: stentorea in posa - plasticissima -, smalto rosso e orecchini Elio Gabalo. Gloria anche per il 'casto' Capezzone e per il trench 'safari', aperto su camicia celeste, di un febbrile Augusto Minzolini. Il gruppo, salutato ancora con audacia il procuratore Boccassini (thumbs down per i suoi occhiali da sole) e rammentata la natura di «cancro» dell'intera magistratura italiana, tale da richiedere l'intercessione del Quirinale, ha poi mosso verso il centro cittadino per un aperitivo in piedi.

(CIAO A TUTTI è una specie di nuova rubrica giornaliera e tendenzialmente satirica - nel senso: l'articolo è finto, il PDL però è).

Iscriviti alla nostra Newsletter

  Consenso all’invio della newsletter: Dai il tuo consenso affinché Valigia Blu possa usare le informazioni che fornisci allo scopo di inviarti la newsletter settimanale e una comunicazione annuale relativa al nostro crowdfunding.
Come revocare il consenso: Puoi revocare il consenso all’invio della newsletter in ogni momento, utilizzando l’apposito link di cancellazione nella email o scrivendo a info@valigiablu.it. Per maggiori informazioni leggi l’informativa privacy su www.valigiablu.it.