listaouting

Lista dei politici gay? Non ci interessa

Questo post sarà brevissimo. Oggi in rete, ne siamo sicuri, sarà la giornata dell'outinglist. L'elenco dei primi nomi dei politici gay secondo gli autori anonimi di questa lista. 

Lo diciamo subito: questa operazione è oscena. Per diversi motivi:
1) Le liste ci fanno venire i brividi. 
2) Nascondersi dietro l'anonimato è una porcheria nella porcheria. 
3) Com'è possibile smentire di appartenere ad una categoria sessuale? Sarebbe necessario almeno esibire qualche prova concreta ma questo finirebbe per renderebbe l'operazione ancora più inaccettabile. Almeno però si dimostrerebbe di avere un minimo di metodo. E metodo qui non c'è manca anche una raccolta delle dichiarazioni omofobe da parte dei presunti gay. Per non parlare dell'odiosa tecnica di "marketing" di centellinare i nomi. 
L'intento della lista sarebbe svelare l'ipocrisia di politici omofobi, ma gay. Denunciare l'ipocrisia dei politici è condivisibile. La cosa è complessa e meriterebbe ben altri approcci. Ma questa operazione non ha niente a che vedere con tutto ciò. E farà un danno inconcepibile alla rete, se non la respingeremo con tutte le nostre forze.  
Scrive Antonio Scalari su facebook: Ma poi perchè devo credere al primo che apre un blog e ci ficca una lista? Le prove dell'omosessualità di xxxx dove sarebbero? Ci devo credere solo perchè lo dicono loro? O ci devo credere solo perchè è xxxx e allora è possibile percularlo come vogliamo e quindi gay diventa paradossalmente un insulto?
Outinglist? Non ce ne frega niente, non è una notizia. Per quanto ci riguarda è monnezza. 
Consigli di lettura:
Scemi come gli eteroscemi di Matteo Bordone
Liste gay di Galatea Vaglio
Tutti in lista di Marco Bracconi
Perché quella lista non mi convince di Alessandro Capriccioli
Arianna Ciccone
@valigiablu - riproduzione consigliata
Segnala un errore