spidertruman-mascia

SpiderTruman non esiste. Come avevamo subito intuito. Dietro c’è Gianfranco Mascia del Popolo Viola e dell’IDV

In una intervista rilasciata da Gianfranco Mascia, Popolo Viola e IDV, pubblicata oggi da Il Fatto Quotidiano, viene fuori che SpiderTruman non esiste ed è un'operazione di marketing politico contro la casta. Bene, avevamo ragione. I nostri sospetti si sono rivelati fondati. E la migliore risposta agli insulti che ci sono stati rivolti in questi giorni è la semplice verità che è venuta fuori. 

Ora però vogliamo andare fino in fondo e chiediamo in nome della trasparenza della relazione tra il cittadino e la politica se l'Onorevole Di Pietro, che ha tempestivamente lanciato una manifestazione anticasta (una manifestazione mai vista, a detta del leader dell'IDV) per fine settembre a poche ore dall'apertura della pagina "I segreti della Casta di Montecitorio", in qualche modo, direttamente o indirettamente, sia dietro a questa macchinazione. 
Perché questa operazione non ci piace? Ve lo spieghiamo con l'analisi fatta da Galatea Vaglio su tutta la vicenda:
"Al momento in cui scrivo questo post questa pagina di Facebook conta più di 200mila fan. E’ stata aperta, si legge nelle informazioni, da un sedicente “precario”, ossia un portaborse, il quale, licenziato dopo quindici anni di onorato servizio, dice di aver deciso di svelare “tutti i segreti della Casta”.
Di segreti, in realtà, ce ne sono pochini. Le agevolazioni, le offerte e i canali privilegiati di cui parlamentari e politici godono in virtù del loro ruolo sono in realtà già noti da tempo, grazie a libri e inchieste sui giornali. 
Il fantomatico “portaborse” si limita infatti a scrivere dei post in cui riassume questi privilegi: sconti su auto, tariffe telefoniche agevolate. Tutte cose che in periodi di crisi economica ammetto che facciano un po’ arrabbiare i privati cittadini che si devono pagare tutto, ma che poi, comparate con analoghe tariffe e sconti offerte dalle varie società ai normali dirigenti d’azienda non sono così scandalose.
Poco più interessanti i post in cui si spiega come alcuni parlamentari ottengano una scorta non dovuta, o portino mogli e amanti in giro sulle auto blu. Ma anche qua, nulla che non si sapesse: basta dare una scorsa ai libri di Stella e si viene a conoscenza di particolari ben peggiori, e sono citati anche nome e cognome dei politici coinvolti, mentre qui, c’è da dire, nomi e cognomi tragicamente mancano: non solo quelli dei politici, ma anche quello dell’autore dei post. 
Mentre la stampa ha dato gran risalto alla pagina di Facebook del sedicente ex portaborse, affrettandosi a dichiaralo “il nuovo Assange anticasta” e pare dare per scontato la veridicità della storia da lui raccontata (qui il Corriere e qui la Stampa) la Rete, quella che è sempre accusata di saper creare solo bufale, dimostra invece di avere una straordinaria capacità di creare anche gli anticorpi alle stesse: Arianna Ciccone subodora qualcosa che non torna nell’operazione, e altri giornali, messi sull’avviso dal tam tam web si chiedono se non vi sia dietro qualche abile manovra di marketing. 
Il sedicente ex portaborse, intanto, apre un blog ed un account su Twitter, dicendosi spaventato che lo si voglia “zittire” a causa di presunte minacce a lui giunte di chiusura della pagina di FB. Si fa accenno ad imprecisate “violazioni del copyright”, ma non è chiaro a cosa ci si possa mai riferire. Il precario stesso, per quanto invitato nei commenti a chiarire, non risponde; anzi, per la verità, a parte le comunicazioni tramite lo status e i link a nuove note, non replica proprio e non interagisce con i suoi fan. 
Da qualche accenno sparso in rete su altri siti e sui SN, però, pare che i commenti in cui alcuni esprimano dubbi o chiedano maggiori informazioni vengano anzi prontamente cassati.
Quelli rimasti in calce ai post sono numerosissimi e tutti entusiasti. I fan del “precario” infatti si distinguono per l’assoluta mancanza di dubbi su quanto viene loro raccontato. Non tanto sulla sostanza dei post, ma sull’identità di chi racconta questi fatti. In breve, la storia del precario licenziato scritta sul box viene presa per vera senza alcuna ulteriore verifica. A nessuno dei fan viene in mente che, non essendoci un nome e un cognome, né nessun indizio riguardante la regione di provenienza, non vi è la minima certezza né alcuna maniera di verificare che l’autore della pagina sia davvero un ex portaborse di Montecitorio e non una parrucchiera bontempona di Trento, per dire. 
Alcuni, più sgamati, dimostrano in realtà di non considerare importante se la biografia raccontata dal precario sia vera o falsa. In altri blog o pagine di google+, come la mia, dove si apre un dibattito, arrivano a dire che non è importante sapere se il precario esista o meno, perché l’importante è che serva a far scoppiare una sommossa popolare, a svegliare le coscienze. Se per far questo bisogna ricorrere all’espediente di qualcuno che racconta una biografia falsa in rete, è a fin di bene.
Man mano che i fan aumentano, sulla pagina di Facebook si assiste ad una deriva nei commenti: mentre i primi erano solo di schifo profondo per quanto veniva raccontato, negli ultimi si arrivano ad invocare “ghigliottine”, “rivoluzioni”, e c’è chi definisce il fantomatico precario un “eroe”, uno “con le palle”. Il tutto senza che ancora sia stata data dall’”eroe” una sola prova della sua esistenza reale. 
In pratica, potrebbe davvero trattarsi di una parrucchiera di Trento che ha letto e riassunto bene i libri di Gian Antonio Stella, di Pansa e qualche altra inchiesta affine, anche se il sospetto più fondato, dato l’aggiornamento costante della pagina, la velocità con cui le redazioni dei giornali sono state avvertite della “messa on line” del materiale ancora prima che il precario sbarcasse su Facebook, fanno pensare ad un collettivo di persone che si san muovere bene su internet e tengono monitorata costantemente la rete. 
Ieri alle 13 Spider Truman – che nel frattempo si è scelto come avatar la foto di V per Vendetta – esce con questo post, in cui dice di voler svelare la sua identità, ma poi, in realtà, in pratica svela la beffa: Spider Truman non esiste, o meglio dovrebbe incarnare (non si sa a che titolo) tutti gli “sfruttati” della società. Con un tono apocalittico ma ingiustificato – dato la pochezza delle “rivelazioni” fatte – evoca una rivoluzione vaga e di là da venire.
Alcuni dei commenti cominciano ad essere fortemente critici, ma la maggior parte è entusiasta. In certuni si continua a far riferimento ad una fantomatica “censura” da parte di Facebook, addirittura chiedendo il boicottaggio di FB. Censura che però non è mai avvenuta, e non ci sono nemmeno prove che sia nemmeno stata mai minacciata, ma ormai, per taluni fan, è diventata un dato di fatto incontrovertibile. Nonostante il fantomatico precario non abbia dato indicazioni su cosa praticamente voglia fare, si moltiplicano nei commenti anche i suggerimenti a organizzare manifestazioni e occupazioni. Suggerimenti che per ora cadono nel vuoto, perché il “precario” non risponde. 
Alcune riflessioni sulla vicenda: 
La Rete e le bufale. Stando a quanto è avvenuto, è per lo meno impreciso dire che “la rete” ha appoggiato in modo acritico il “precario”, o si è bevuta senza controllo la storia. In realtà, come si è visto, le prime voci scettiche ed inchieste serie sulla vicenda sono partite proprio dalla “rete” stessa, o meglio da alcuni blogger, mentre la stampa tradizionale si è dimostrata molto più propensa a riportare la storia senza alcun controllo reale su quanto veniva affermato, più interessata, forse, sulle prime, all’aspetto “folkloristico” della cosa che ad una indagine seria su quello che veniva detto dagli autori della pagina facebook. 
La “rete” intesa come entità omogenea, non esiste: esistono persone che scrivono e si muovono sulla rete. Alcuni di questi, come il gruppo dietro al “precario”, conoscendo i meccanismi pubblicitari li sfruttano per creare storie acchiappaaudience. Ma le tecniche usate, anche se declinate sul web, sono simili a quelle che vengono usate dal marketing per qualsiasi altro ambito. 
La “rete” semmai – o meglio: alcuni blogger che operano in essa – hanno capito ben prima dei media tradizionali che qualcosa non tornava nelle affermazioni proposte e si sono mossi più speditamente ed in maniera più incisiva dei giornalisti “professionisti” (distinzione peraltro anche difficile da fare: Arianna Ciccone è una giornalista). 
La credibilità dell’eroe
Fra i fan del precario in larga parte però si nota l’assoluta incapacità di distinguere fra una storia “falsa” e una “verificata”. Il grosso pubblico – formato, si noti, anche da persone mediamente “colte” – dimostra di prendere per oro colato le affermazioni del “precario” sulle presunte pressioni o possibili censure e rischi da lui corsi, nonostante l’assurdità di queste affermazioni sia palese (la pagina di FB non è stata chiusa, è ancora là; i post vaghi che ha pubblicato, pieni di notizie ampiamente pubbliche, non possono in alcun caso essere oggetto di querela da parte di nessuno, il precario non ha alcun bisogno di postare da sconosciuti internet point come un agente segreto braccato, eccetera). Una volta assunto il “precario” come eroe, i fan in pratica abdicano ad ogni filtro razionale sulle sue affermazioni, ed anzi paiono affascinati quanto più queste si colorano di aspetti da fumetto o da romanzo d’appendice. 
La Rivoluzione non è un pranzo di gala, ma è affascinante solo se sembra una brutta puntata della Primula Rossa. I fan, inoltre, sembrano del tutto insensibili al fatto che il presunto loro eroe in realtà non ha ancora fatto nulla di “eroico”: non ha rivelato scottanti segreti, non ha rischiato nulla, non ha neppure proposto e fatto girare un qualche “programma” concreto. Neppure risponde in pratica alle loro sollecitazioni o idee. In questo il “precario” è una sorta di Beppe Grillo all’ennesima potenza. Beppe Grillo, infatti, è una persona reale che ha messo in piedi un movimento reale partendo dalla rete; il “precario” è una figura totalmente virtuale e senza back ground, e nemmeno interagisce con i fan. Eppure è incredibile come sul sito si moltiplichino i commenti di chi “vuole dare una mano” e si offre per mobilitarsi. Per cosa, non si sa. 
Il complesso della collana della Regina
Altrettanto interessanti sono coloro che, pur subodorando che si tratti di una bufala, però dicono che è meglio, perché tutto quanto serva a far scoppiare l’ira contro la casta, anche una manifesta operazione montata ad arte, va bene. Qua siamo dalle parti dei pamphlet rivoluzionari contro Maria Antonietta, che spesso inventavano ad usum populi incredibili storie di corruzione alla corte di Francia, tipo la vicenda della Collana della Regina. 
Anche qua, il “virtuale” vince il reale: in un momento in cui per trovare vere storie di malaffare, molto più pesanti di quelle citate dal fantomatico precario e con tanto di nomi e cognomi verificabili, basta guardare le prime pagine dei giornali, la storia che conquista è quella del fantomatico precario, non tanto per quello che racconta, ma per come è raccontata e impacchettata. L’indignazione è vincolata ad una narrazione affascinante creata da un personaggio con tratti avventurosi. 
Il disprezzo intrinseco per le masse. 
C’è da domandarsi però se coloro che plaudono a questo tipo di spettacolarizzazione come “mezzo” per calamitare le masse e portarle verso una “rivoluzione anticasta” si rendano conto che così agiscono esattamente come coloro che odiano: manipolano il consenso popolare, spingendo una torma di individui a mobilitarsi per una narrazione fasulla. 
A voler fare una analisi politica, usare la falsa storia del precario per suscitare indignazione anziché usare una storia reale è una operazione che denota una un dispregio totale nella capacità del “popolo” di sapersi mobilitare per le cause “giuste”. Più che una rivoluzione dal basso, chi usa una storia simile per creare attorno a sé consenso si dimostra parte di una élite che vuole usare la massa per arrivare ad una qualche forma di potere. Insomma, è una operazione che, nei suoi tratti distintivi di fondo, non è pensata per abbattere “la casta”. Solo per sostituire una casta ad un’altra, semmai".
UPDATE: Ieri 21 luglio 2011 grazie agli anticorpi della Rete si è scoperto che a fondare la pagina e il blog di SpiderTruman è stato Francesco Caruso (qui il blog che ha scoperto tutto e qui la versione di Caruso). Intanto Gianfranco Mascia non ha smentito né il Fatto Quotidiano né le sue dichiarazioni rilasciate a Eleonora Bianchini.
Le riportiamo qui per maggiore chiarezza:
Il Fatto Quotidiano: La Rete inizia a smascherare SpiderTruman. Che è la prima operazione online del Popolo Viola in vista di un autunno di mobilitazione politica. Anche il NoBDay è stata un’idea targata Popolo Viola, lo stesso che per primo sulla sua pagina Facebook ha dato l’annuncio delle pubblicazioni di SpiderTruman e che due giorni dopo ha annunciato la mobilitazione “Piazza Pulita” che si svolgerà a Roma il 10 e 11 settembre. Una serie di coincidenze che si collocano nel quadro più ampio dell’“autunno caldo” di cui il portavoce Gianfranco Mascia aveva già parlato a ilfattoquotidiano.it per il lancio dell’Appello arancione. 
Gianfranco Mascia: “Non è rilevante attribuire un nome reale a Spider Truman perché la sua storia è verosimile. E’ più importante certificare la veridicità delle sue denunce anziché rincorrere il gossip... Le sue “rivelazioni” su Facebook sono il primo tassello di un progetto più ampio che, da qui a settembre, “porterà alla luce altri precari sfruttati da altre Caste. Dopo quella della politica, seguiranno quella dei giornalisti, dei sindacati e tante altre. Le notizie che finora ha riportato sono solo un antipasto, anche se in pochi daranno diffusione a quanto diranno i precari nelle prossime settimane”, osserva, senza specificare se si tratterà di contenuti originali. Sulle tempistiche di coming out dei precari ancora nessuna scaletta, perché “dipenderà da come organizzeranno i loro documenti da pubblicare su Internet”
“E’ una questione di strategia comunicativa. Se avessimo fatto una conferenza stampa sui privilegi della Casta, chi ci avrebbe ascoltato? Nessuno. Metterci la faccia in questo caso non sarebbe servito a nulla, così abbiamo attirato l’attenzione in maniera diversa”.

Fino a quando non lo farà le cose non saranno chiare e per noi Mascia e Popolo Viola, ripetiamo in base alle stesse dichiarazioni di Mascia al Fatto, rimangono della partita, e ciò fa pensare che intorno alla storia dell'ex portaborse sia stata costruita una operazione di marketing politico e di manipolazione (perché costruita sull'inganno) del consenso. Inoltre non è ancora arrivata la risposta dell'onorevole Di Pietro: c'è anche l'IDV (anche solo indirettamente) dietro questo operazione? Aspettiamo le risposte che dissiperanno i dubbi su questa ambigua e maldestra operazione. 
A questo punto è necessario un chiarimento, speriamo definitivo: la posizione di Valigia Blu non si riferisce al merito di quanto denunciato da Spidertruman (i costi della politica ed i privilegi dei parlamentari sono scandalosi, qui nessuno può dire il contrario, tanto meno noi), ma al metodo poco chiaro con cui tale denuncia è stata fatta, metodo che, come poi accaduto, ha tolto valore ai fatti riportati.

@valigia blu - riproduzione consigliata
LINEE GUIDA AI COMMENTI
  • massimo1

    Cosa cambierebbe se alle spalle ci fosse anche Di Pietro?

  • Tommaso Tani

    che è solo una enorme operazione di marketing, visto che di fatti nuovi non ne ha aggiunti nulla.
    lo prendiamo con serenità? o siccome lo fa la nostra parte, ben venga?

  • ElMachete

    Fra l’altro ieri propri il popola viola ha postato la storia di un precario (Tale leonida) che è stato appunto precario per 14 anni e poi cacciato in malo modo. Già ero molto scettico su quanto stava succedendo, dopo quell’articolo devo dire che il sospetto che dietro ci fossero proprio loro è diventato quasi una certezza.

    Bel post.
    Grazie per l’impegno!

  • giulio

    il tema esiste. che sia agito in questo modo da un tizio che è dipendente di un partito è comunque una cosa schifosa.

  • salvatore

    penso che alla gente comune interessi conoscere la verità e farebbero bene in parlamento, ogni anno, pubblicare, come fanno tutte le imprese, ilbilancio consuntivo e quello preventivo onde dare agli italiani la parvenza di legalità che oggi tutti si aspettano

  • Tommaso Tani

    ecco, ora ragioniamo seriamente su quali sono i veri privilegi e cosa realmente si può fare per eliminarli.

  • Mortadella

    Le cose che denuncia sono vergognose. Non dovrebbero avere certi privilegi, come al solito ognuno pensa solo ai loro interessi. Poco importa se erano cose già note!

  • Mortadella

    Le cose che denuncia sono vergognose. Non dovrebbero avere certi privilegi, specialmente visti i loro stipendi e la situazione in cui siamo; come al solito ognuno pensa ai propri interessi. Poco importa se erano fatti già noti!

  • stefano

    E quale sarebbe il problema??? invece di scatenare patetiche risse tra prime donne sulla purezza dei fustigatori della casta, (della serie io ce l’ho più puro del tuo, ovviamente l’alito) sarebbe molto più utile contribuire a diffondere le informazioni sui privilegi assurdi della casta, visto che lo scopo evidente è quello di far conoscere questo tipo di informazioni.

  • DRAGANJA

    Se non è un precario licenziato ancora meglio! Significa che tutto quello che fa non lo fa per spirito di vendetta. Sinceramente a me importa poco chi sia questo Spider Truman, a me interessa quello che dice, i documenti che tira fuori e il fatto che abbia finalmente riunito attorno a sè la gente incazzata. Il resto sono questioni secondarie. Si potrebbe chiudere dicendo: IL DITO INDICA LA LUNA, LO SCIOCCO GUARDA IL DITO. Smettetela di rendervi ridicoli con le vostre inchieste, frega un cazzo a nessuno.

  • antonio

    molto snobismo dietro la frase “come se uan parrucchiera avesse riassunto il libro di stella e rizzo”. perchè, le parrucchiere secondo te leggono solo novella2000?

  • pippo

    lo sospettavo ma nella sostanza non cambia nulla, anzi dimostra quanto la gente si è rotta le palle della casta e di tutto cio’ che gli sta attorno.Basta uno spunto qualsiasi e tutti dietro.E’ la dimostrazione della mancanza di una guida.. di un leader..perchè se ci fosse soltanto la forca li salverebbe questi lestofanti di politici!!

  • bbase

    non capisco tutte questa voglia e fretta di scoprire la bufala o chissa quale macchinazione dietro una tale denuncia. IO ritenfgo che sia vergognoso che in una finanziaria lacrime e sangue in cui ognuno di noi è piu povero e quindi meno libero la casta non abbia rinunciato nemmeno ad uno spillo

  • Riccardo Moni

    sembrerebbe che siamo pronti per una vera dittatura…

  • peppe

    Se quel che dice è vero, il resto è inutile cianciare..

  • Mara

    Pippo, nella sostanza cambia moltissimo. Lo dice molto bene la parte finale della nota di Galatea riportata in calce al pezzo. “Più che una rivoluzione dal basso, chi usa una storia simile per creare attorno a sé consenso si dimostra parte di una élite che vuole usare la massa per arrivare ad una qualche forma di potere. Insomma, è una operazione che, nei suoi tratti distintivi di fondo, non è pensata per abbattere “la casta”. Solo per sostituire una casta ad un’altra, semmai” E gli estensori dei post sul blog I segreti della casta, sono ad oggi pagati proprio dalla stessa tanto vituperata casta. Non sarebbe stata meglio un’operazione trasparente e onesta e il nome e cognome di chi denuncia gli abusi?? Credo che ci sia un pò di materiale per riflettere….

  • MaxTheStampede

    Personalmente non è la falsa storia del precario che suscita la mia indignazione, ma l’oscenità dello spreco e del furto di denaro pubblico descritta nei post del blog. Se i fatti descritti accadono veramente credo sia più importante il messaggio del messaggero. Che importanza ha se Spider Truman esiste oppure no quando i nostri politici continuano a rubare?

  • Zorro

    Che patetico questo cercare a tutti i costi di dare addosso a ST, fare dietrologia, solo perchè è (lui o un partito o un movimento o un gruppo di buontemponi, non importa) riuscito in una campagna che altri hanno fallito per una vita.
    Più gente sa, meglio è. Punto.
    Se c’è dietro un partito vuol dire che è gente che ha imparato come funziona la rete, meglio di tanti altri che non hanno capito niente o di uno che usa solo le reti TV. Ben venga.

  • KatY

    A me non sembra che facendo tutto preciso come dite voi le cose siano cambiate o modificate. E’ vero che, probabilmente, neanche così potrebbero cambiare ma ha creato indignazione ed evidenziato lo schifo che comincia ad avere il popolo. Abbassarsi ai loro livelli? Io, non credo minimamente che aver fatto una cosa del genere sia paragonabile alle loro bassezze infami

  • siria

    Che importa chi c’è dietro? In ogni caso la casta ha privilegi e ne abusa ed è troppo, in ogni caso quanto scritto in quel blog è troppo, in ogni caso che sia marketing o no bisogna dire basta ai privilegi di questi politici da 4 soldi che aumentano il ticket in due giorni e per tagliare i loro privilegi presentano bozze e discussioni senza mai di fatto metterle in pratica!

  • giodie

    Chi se ne frega chi c’è dietro, quel che conta che sia vero infatti nessun politico si è mostrato prendendo le difese sue e dei cilleghi, quindi ben venga l’indignazione che possa zpazzare i vampiri di montecitorio…..

  • francesco

    davvero non capisco la rabbia di valigia blu e del gruppo repubblica: se una protesta non la organizzate voi, non vale?

  • gianka

    si cancellano sistematicamente tutti i post messi sul muro de “i segreti della casta”
    questo non si fa’…

  • gianka

    si cancellano sistematicamente tutti i post sul muro de “i segreti della casta”, questo non e’ serio..potevano dirlo fin dall’inizio che il sig. Truman eravamo tutti noi…

  • Gio

    uno dei post più stupidi mai letti prima, la parte iniziale per la serie beh “sanno tutti che i politici hanno privilegi che bisogna c’era di parlarne ancora” è da brividi!! i libri di rizzo e stella magari non arrivano a una pubblico cosi ampia, se si riesce a istruire altri ragazzi tramite facebook ben venga!! di certo il 17enne medio non ti comprerà mai il libro di rizzo! smettere di parlare di determinate cose solo perchè “si sa già” è da morte cerebrale

  • Minima academica

    L’avevo scritto prima di vedere questo, ma mi sembra ancor più pertinente ora:
    http://minimacademica.wordpress.com/2011/07/18/luso-anonimo-della-ragione/

  • gigi

    Avete perso tempo a scrivere un articolo inutile e lo avete fatto perdere a chi vi ha letto. Se st non esiste a me non interessa, mi interessa invece che abbia portato a conoscenza del grande pubblico certe vergogne nazionali. Non accettandolo avete dimostrato di valere pochino. Cancellerò valigia blu dal mio profilo facebook

  • matteo pascoletti

    Gigi (e per chi la pensa come lui),
    essere seguiti è una conseguenza eventuale di quello che facciamo, non il motivo ispiratore. Se la pensate diversamente, che devo dire? è stato un piacere, grazie per averci seguito e supportato, arrivederci.

  • mauro

    Certo che voi di valigiablu siete proprio bravi a valutare la maturità dei vostri lettori in base alla vostra convenienza! Io non ho preso per oro colato le affermazioni del precario, né la sua identità; nemmeno mi sento trascinato all’ira funesta contro la casta, insomma non corro a prendere i forconi. Eppure non sto a lagnarmi della sua esistenza e del suo operato, tutt’altro: se rende più attente 200.000 coscienze, che magari il libro La Casta non l’avevano letto, ben venga.
    Quello che avete scritto sul “precario” dice molto più di voi di quanto dica di lui, e non mi piace.

  • clementina

    un articolo insulso , tempo perso! Non è meglio discutere ed approfondire le schifezze della casta con un atteggiamento costruttivo per una politica più pulita! Non mi frega che ci sia dietro mi interessa sapere se si può modificare questo schifo!

  • Peppe

    Caro gigi, l’articolo non è inutile e non una perdita di tempo. La perdita di tempo è la tua vita stessa perché non capisci nemmeno ciò che leggi. Ti piace essere manipolato e preso per il culo? Accomodati pure, ma prima di dire che SpiderTruman “ha portato a conoscenza del grande pubblico certe vergogne nazionali” dovresti avere almeno il buon gusto di chiederti se stai scrivendo tu stesso qualcosa di inutile. 15 anni di Berlusconismo vi hanno berlusconizzato il cervello, tant’è che parlate esattamente come quelli che lo votano. Pensate di essere differenti, ma non lo siete.

  • clementina

    Il tono di Peppe è furi luogo e offensivo. Non era un articolo della valigia blu di ieri che parlava dell’uso corretto delle parole!

  • Hytok

    Qual è il problema se dietro c’è Di Pietro, il Popolo Viola o chicchessia? L’importante è che le notizie diffuse siano vere e che la questione giunga a più gente possibile e sollevi un’onda popolare.

  • Federino

    l’unico soggetto degno di nota rimane l’indignazione generale.

  • Francesco

    Condivido molto l’analisi fatta, quello che non capisco e non accetto e’ il livore con cui viene fatta. Perché tanta voglia di dimostrare che dietro c’ e’ questo o quello? Mah…forse siete stati investiti voi soli per dire cose importanti e suscitare pensieri intelligenti. Questa posizione di valigia blu non mi sta piacendo per niente….trarrò le mie valutazioni.

  • Lorenzo Rosini

    Ottimo post, non sono affatto d’accordo con chi sostiene che leggerlo sia stata una perdita di tempo. Il punto è che se la rete è davvero un veicolo di libertà d’espressione, deve esserlo anche di verità. E sebbene la lotta contro i privilegi della politica sia giusta, essa non può essere perseguita attraverso trucchetti infantili, come inventarsi una storia falsa per portare alla ribalta i contenuti di un libro. Questo è sbagliato anche nei confronti degli autori de “La Casta”, i quali sono i soli a cui va la nostra riconoscenza per aver aperto il “Vaso di Pandora” dei privilegi della classe politica. Se realmente si vogliono cambiare le cose, l’unico modo è agire in modo onesto e trasparente, ovvero in modo opposto al tipo di politici che combattiamo.

  • Ale

    Io seguo Valigia Blu dai tempi di prescrizione non è assoluzione. Obiettivo dichiarato è sempre stato quello di salvaguardare la corretta informazione e il rispetto dei cittadini. Non so perchè vi indigni così tanto che VB abbia denunciato un caso di informazione scorretta e manipolatoria. Scorretta perchè quando lo scrivente è anonimo può sputtanare chiunque (non che sia questo il caso, i politici lo fanno già bene da sè)Manipolatoria perchè dietro c’è un’organizzazione che cerca di strumentalizzare la rabbia e l’indignazione (legittime) di chi ha creduto in Spider T. e non ne può più del malcostume della classe dirigente, per orgnaizzare una manifestazione di cui si sarebbe assunta paternità e onore. Bene, credere di mobilitare un popolo usando un trucco non mi sembra sia sintomo di rispetto e credito per la massa… Rispetto poi alla reazione a volte scomposta dei pro spider e a tanti post violenti ho due cose da dire, la prima è che lo staff che ha messo in piedi l’operazione si è speso molto a scrivere post di insulti e di discredito nei confronti di VB e di Arianna, tra i post che mi hanno preceduto ne ho individuato un buon numero, chissà se anche Gianfranco ha scritto?) La seconda è che Arianna Ciccone ha scritto un pezzo critico, ma non ha insultato nessuno e soprattutto non ha difeso in alcun modo i privilegi della casta, come tanti l’hanno accusata di fare. Concludo tornando agli obiettivi dichiarati da Valigia Blu oltre un anno fa: un’informazione corretta e trasparente che rispetti i cittadini. E mi sembra che anche questa volta abbiano denunciato una mala informazione. Ora manteniamo alta l’indignazione e spingiamo verso una politica più etica, ma tutti i gio0rni, non solo quando ci sentiamo parte di un set cinematografico e ci nutriamo di sensazionalismo e giustizialismo a buon mercato.

  • Romoaldo

    La verità è che alla ciccone e al partito di repubblica rode il fatto che l’idea non l’abbiano avuta loro. E più ST raccoglerà successi (fan) più saranno incazzati neri. A loro non interessa combattere contro i privilegi della casta, no. Gli importa solo dimostrare il potere e l’influenza che hanno nei confronti dell’opinione pubblica e della politica in genere. Beh alle persone vere, che dietro ST ci sia mascia, babbo natale o paperino, non interessa nulla. e non gli interessano nemmeno i vostri bassi giochetti da radical chic all’ultima spiaggia!

  • arturu,it

    [QUOTE]Eppure è incredibile come sul sito si moltiplichino i commenti di chi “vuole dare una mano” e si offre per mobilitarsi. [/QUOTE]
    Non ci vuole molto a capirlo… lo sanno tutti che il personaggio non è vero ma i privilegi sono veri, e indignano, danno fastidio, tutto qua… l’importante è il messaggio non il contenitore o chi lo veicola, purtroppo le regole cambiano…

  • Mattia

    Come dicono altri, chi c’è dietro non importa, importa invece che più di 300.000 cittadini in tre giorni hanno aderito telematicamente ad una idea. Questo è importante l’idea che i nostri governanti non hanno il diritto di chiedere a noi quello che loro non riescono proprio a fare, RISPARMIARE.
    Lo scettiscismo e secondo me anche un po’ di malafede che pervade l’informazione è deprimente. Invece di affrontare e sottolineare il problema fino allo sfinimento, gli sprechi e l’ingiustizia di fondo di queste pratiche, si cerca di capire chi c’è dietro, come se fosse più importante l’uomo delle parole che dice. Fin tanto che questo modo di analizzare le notizie non cambia, nulla cambierà, a meno che i singoli cittadini, il vero STATO non capirà che questa esperienza di speranza che Spider Truman ha lanciato nel mare dell’indifferenza può continuare anche senza di lui!
    P.S. per il web master di questo sito, ti pare che una text area di queste dimensioni permetta sia usabile!!! please almeno rendila ridimensionabile ;)

  • Ale

    Romoaldo, ma ti pagano un tanto a post? Ne hai già scritto un numero impressionante! Con altri nick, of course… e in tutti cerchi di screditare la Ciccone. Vai a informarti su tutte le campagne e le iniziative lanciate da Valigia Blu. Cose magari insignificanti per te, come il diritto alla corretta informazione, la cancellazione di una legge elettorale iniqua, la difesa della Costituzione…. Certo, nulla in confronto alle denunce di Spider Truman!!

  • marista

    Ste chiacchere servono solo ad appropriarsi di quella che appare come una idea vincente, PUNTO.

  • max.67

    Le notizie riportate dal libro di Stella e Rizzo il lettore le legge “da solo” e s’incazza, le stesse notizie riportate su Facebook da ST vengono lette in contemporanea da centinaia di migliaia di persone che si incazzano “collettivamente”… La differenza c’è, eccomme se c’è!

  • Alderotti Fausto

    Lasciamo il gregge ecerchiamo di organizzarci!!!

  • rricky

    Quello che è importante in tutto ciò sono i contatti avuti su facebook in così poco tempo. Gli Italiani non ne possono più.Poco importa dx, sx, centro.

  • siamotuttispidertruman

    Come funziona , se le iniziative non sono promosse da valigiablu allora sono “sporche operazioni di marketing”? Eh no scusate cosi non mi piace. Valigia -blu, blu d’inzidia :-)

  • Tommaso

    molto a pelle, tutti questi insulti gratuiti e logicamente insensati (pensare è difficile ultimamente eh?) nonchè molto simili, vengono dal vostro orgoglio troppo ferito per ammettere che si trattava di una campagna elettorale bella e buona, oppure… c’è malafede? ZAN-ZAN.

    ps. che fine ha fatto st adesso?

  • Ale

    Ahahah!! Ormai ti stai arrampicando sugli specchi. Nessuno ha detto “sporche”, ma già, tu non leggi nemmeno i commenti, spari e basta. Complimenti davvero.

  • matteo pascoletti

    “sporche operazione di marketing”, virgolettato, da dove l’hai tratto?
    Perché scritto così fa supporre sia una citazione da un pezzo scritto da VB.

  • pietro

    Scusate non capisco veramente da che parte state, siete anche voi pro-casta? I fatti che sono elencati, sono veri o no? il libro di G.Stella non credo se lo siano comprati in 250000. Ben venga Spider Truman, non è lui a parlare di ghigliottine comunque, si limita ad esporre i fatti

  • Topogigio

    Non vi piace? E sti….???? A noi non piacete voi… e tanto siete destinati a sparire..

  • Ale

    pro casta? Ma cosa stai dicendo? Io personalmente sono per la chiarezza e la trasparenza, sia dei conti della politica che paghiamo noi, che delle iniziative per combattere il malcostume. Contesto la manipolazione dell’opinione pubblica per di più fatta da chi dei soldi della casta ci vive.

  • matteo pascoletti

    Una cortesia: tutti i commenti provenienti dallo stesso IP, per comodità, possono usare lo stesso nickname, al fine di agevolare il dibattito? Se siete persone che usano lo stesso computer, va bene anche usare lo stesso nick, e numeri progressivi. che so “pincopallino1”, “pincopallino2”, ecc.

  • matteo pascoletti

    Se siete una associazione, che so, “Bocciofila Santa Marelli”, usate “Bocciofila Santa Marelli” 1, 2, ecc.
    Sennò la gente si confonde.

  • Tommaso

    o almeno cambiate internet point, come faceva ST

  • Lorenzo Rosini

    Mah, veramente il libro di Stella se lo sono comprato in due milioni, ma non è questo il punto. Il punto è che inventarsi un’identità e spacciare per proprie informazioni che non lo sono è disonesto.

  • arturu.it

    Il malcostume, principalmente è nella politica, in tutti i sensi. Se non parte da la il buon esempio prima o poi scoppia una guerra. Purtroppo, temo, che si stia delineando una tolleranza zero nei confronti della politica. Se non cambiano le cose nel breve periodo molti si convinceranno che l’unica alternativa siano le bombe… purtroppo. Riguardo all’argomento, per uno che è incazzato nero non importa se spider sia vero o falso. Poi, riguardo alle notizie, anche se non vecchie o risapute stanno catalizzando un sacco di persone, evidentemente Stella non ha saputo fare abbastanza pubblicità o i tempi non erano maturi… State attenti che cercando di sminuire il tizio in molti percepiscono uno sminuire dei contenuti, che sono reali, se fate così risultate irritanti…
    Ps. per il webmaster: sta casella è assurda, non si riesce a fare un discorso. e poi con questo tipo di form se ti becca uno script-kiddie o uno spam-bot ti fa saltare il sito in un secondo, o peggio ancora usa una parte dello spazio per caricare copie di poste o banche, poi ti fa ricadere la colpa su di te… cambia piattaforma usa wordpress su linux…

  • Fabio

    Sinceramente non credo ci sia dietro il Popolo Viola o l’IDV. Probabilmente è il figlio adolescente di qualche ex deputato. Il linguaggio, la punteggiatura, l’ossessione della censura e in generale il modo in cui sta gestendo la pagina (come i festeggiamenti per i 200.000 fan) fanno pensare più a un ragazzino che a una persona con un minimo di cultura intenzionata a portare avanti un’operazione di marketing politico.

  • massimo

    Non capisco proprio questo ridicolo articolo. Se uno vuole denunciare anonimamente lo fa e basta. Se metteva nome e cognome si trovava addosso una barcata di querele e dietro la porta di casa i servizi segreti. Che cavolo raccontate in questo articolo?

  • arturu.it

    [QUOTE]Una cortesia: tutti i commenti provenienti dallo stesso IP, per comodità, possono usare lo stesso nickname, al fine di agevolare il dibattito? Se siete persone che usano lo stesso computer, va bene anche usare lo stesso nick, e numeri progressivi. che so “pincopallino1”, “pincopallino2”, ecc.
    [/QUOTE]
    Perché non permettere l’utilizzo di facebookID, GoogleID, YahooID, OpenID o una banale registrazione, registrato una volta il problema non si presenta….

  • gio

    ai comuni cittadini non permettono piu’ nemmeno di portare in detrazione (bada bene max 50 euro l’anno) le spese di abbonamento per recarsi al lavoro e loro devono avere tutti questi privilegi, in parte e’ anche colpa nostra se sono la visto che li abbiamo votati.
    visto l’ultima finanziaria che colpisce il ceto medio basso penso che sia giunta l’ora di mandarli tutti indistintamente a casa..

  • Ale

    Massimo, ma sei veramente così ingenuo o in questi due giorni eri in volo?

  • arturu.it

    [QUOTE]Sinceramente non credo ci sia dietro il Popolo Viola o l’IDV. Probabilmente è il figlio adolescente di qualche ex deputato. Il linguaggio, la punteggiatura, l’ossessione della censura e in generale il modo in cui sta gestendo la pagina (come i festeggiamenti per i 200.000 fan) fanno pensare più a un ragazzino che a una persona con un minimo di cultura intenzionata a portare avanti un’operazione di marketing politico.
    [/QUOTE]
    Concordo in pieno, l’unico commento sensato, spider ha il comportamento di un ragazzo/a giovane. Io direi tra i 16 e 20 anni… ma questo non sminuisce i contenuti..

  • Ale

    @arturu.it, ci sono state già parziali ammissioni in un’intervista al Fatto Quotidiano e curiose coincidenze. Quanto alla modalità adolescenziale, concordo, ma temo che anagraficamente siano tutti adulti…

  • arturu.it

    @ale linka che sono curioso…

  • daniele

    Dato che siete cosi bravi a parlare come i politici perchè non dimostrate i fatti vogliamo le prove o mi sa che l’operazione di marketing la state facendo VOI

  • daniele

    Dato che siete cosi bravi a parlare come i politici perchè non dimostrate i fatti vogliamo le prove o mi sa che l’operazione di marketing la state facendo VOI

  • Ale
  • elisa

    scusate ma l’intervista rilasciata al Fatto da Mascia è nell’articolo che state commentando. c’è il link alla prima parola INTERVISTA. ma quindi si commenta pure senza leggere prima?

  • *****

    non crediate che tutti i sostenitori di spider truman credino a lui..d’altronte si conoscevano già i movimenti oscuri della casta.quel che importa che in tanti (circa 325mila ormai) si sono stancati di questa classe politica che sperpera danaro e chiede a gran vove di dimezzare il numero e abolire le province..miliardi sprecati. Il popolo è promto a svegliarsi..FINALMENTE

  • fegolo2002

    L’unica cosa importante è che le cose che spydertruman scrive sia vere.perchè sono indecenti.Perchè le scriva,chi le scriva o sian già state scritte è pura aria fritta volta a distogliere la rabbia di chi deve giornalmente sopportare questa vergogna.

  • *****

    Ma volete capire che tutto il popolo italiano (centro,destra,sinistra,arancione ..di tutti i colori) con questa grave crisi economica non può più sostenere tali sprechi (per non di re furto) e che il parlamento deve essere dimezzato??? E non dimentichiamo mai che abbiamo sempre il discorso dell’abolizione province. Ma sapete quanto ci costano? ricordiamolo: 17 miliardi, di cui solo circa il 27% è di supporto ai cittadini. Il restante 73% serve per pagare i dipendenti, le spese di rappresentanza e quelle di mantenimento, le auto blu…Quindi non solo i politici devono sparire….ma è anche l’ora delle province!
    Spider truman è stato solo per far accore tanta gente..quel che conta che i cittadini…fermentano contro questa casta..

  • Giba

    Che ce ne frega di chi sia questo blogger? Mica dobbiamo votarlo. Quel che importa è che ora siamo in tanti, uniti nell’intento di spazzar via questa marmaglia, questa casta di profittatori, dai parlamentari ai sindacati, dalle province alle regioni, dalle spese del Quirinale a quelle di Palazzo Chigi. Noi paghiamo e la casta ci frega, compresa la burocrazia che assorbe tempo e quattrini, lavoro e rabbia da tutti noi.
    Se scoprissimo che “dietro” c’è qualcuno, lo prenderemmo a calci in culo, ma dopo esserci liberati dai parassiti.

  • giuseppe

    ok, può essere una operazione montata ad arte non sappiamo a quali fini. non mi lascio incantare da novelli masaniello perke da anni in modopurtroppo isolato, cerco di intervenire sui privilegi del sistema politico e dei suoi componenti (possso testimoniarlo con uno scambio di email con antonello caporale di alcuni anni fa). La vrità è che la cosidetta stampa libera che è cosa diversa dalla libera stampa, oggi ha deciso di dare voce e corpo alla ribellione popolare contro i privilegi sfacciati ed assurdidella casta. Meglio tardi che mai. Magari domani la sedicente libera stampa potrebbe perfino spiegare o tentare di farlo il grande mistero del prezzo dei carburanti. Chi non ricorda il barile a oltre 150 euro di alcuni anni fa e il prezzo della verde che non superò 1,35 euro? nel frattempo il prezzo del greggio è sceso anche sotto i 60 dollari ma il prezzo della verde mai sotto 1,30 Euro. Sarà forse che con la benzina ci si arricchiscono un po tutti? petrolieri, editori, pubblicitari, e governo? chi lo sa……….

  • Marco

    scusate ma dove sta il problema? Che sia o meno qualcuno di qualche sedicente popolo viola cambia per caso il concetto?Il problema è che mentre vi affannate a smascherare un vostro vostro diretto competitor (ed è solo questo che vi fa innervosire), la gente dà ragione hai post sul blog, e non ai suoi autori.. boh, mi ricordate molto la Mussolini a “in Onda”, tutta impettita a preoccuparsi di che difficoltà devono affrontare i politici.. e poi veramente, voi dovete sopportare degli insulti?Ma per cortesia.. abbiate la dignità di affrontare le opinioni di un popolo infuriato. Tutto il resto è, come giustamente detto da qualcuno, aria fritta. E ci siete voi dietro ai fornelli.

  • arturu.it

    grazie @ale, letto tutto.
    Comunque, non si capisce bene che cosa voleva ottenere “la rete viola”:
    1) nascondere che dietro ci sono loro
    2) mandare un messaggio ambiguo in modo che molti credessero che dietro ci sono loro, giusto per un pò di popolarità…
    Comunque, come detto in precedenza non è importate chi diffonde le notizie ma che le stesse siano vere, anche se le notizie sono vecchie in passato non hanno avuto tutta questa risonanza… chi li ha mai sentite? poche persone visti i numeri…
    Magari il clima instaurato dalla politica, perché è così, che ci fa vedere tutti nemici è colpa di questo. Se un tizio del tg3 dice una cosa uno di destra dice che è di parte e viceversa, a chi conviene questo clima d’odio, questa guerra tra poveri?

  • Mariano Gallo

    OK. Siamo tutti indignati e scontenti. Sembra proprio che i nostri politici di destra, centro, sinistra siano tutti uniti nel difendere i loro privilegi (Mi ricordano i porci de “La Fattoria degli Animali” di Orwell…)E’ un malcostume “trasversale”. E contro di ciò avverto un sentimento di impotenza. Mia e di tutti noi. E’ come voler abbattere un muro di gomma. Qualsiasi parte politica si voti, impiegherà pochissimo ad accordarsi con le altre per mantenere lo status quo, se non addirittura per ottenere ulteriori vantaggi. Come se ne esce???

  • Giorgio Marandola

    Lezione di comunicazione politica, da prendere appunti, controappunti e distribuire le dispense, altro che le solite critiche alla Tafazzi. Siete imbarazzanti, la sinistra che ho votato per anni non la riconosco più, e pensare che sia spidertruman che voi “dovreste” essere dalla stessa parte. Vabè, appuntiamo la medaglietta da superinvestigatore.

  • artigus

    l’ italia, è, un fantastico paese, di mare, pianure, monti, e valli,ed è proprio in questi ultimi, che emettendo un urlo, l’ eco, che s’infrange, sulle pareti, regala quell’ effetto sonoro amplificato, che espande, con notevole risonanza, quanto vocalmente emesso, che, ,risulterebbe, nella normalità, un solo intenso, gesto vocale… questa è la valenza che io ritengo, si possa attribuire, alla denuncia, dell’ anonimo, di cui sopra, un eco, che si espande quantitativamente, dall’ web, una contaminazione,d’ informazione, che, in un paese, che di eco,solamente, vive, può trovare, la sua vera compiutezza, scardinando, magari solo, a causa della sua eclatante denuncia, il gap esistente, tra chi frequenta con buona costanza i network, e la gente che si nutre d’ informazione, …per il solo sentito dire,..nono importa, quanto ,verace, o nuovo, sia il messaggio, importa, che sia credibile, come credibile, e documentato era il libro, sulla casta..importa che la fruizione, di queste, notizie, sui previlegi, e le iniquità, dei nostri politici, divenga, tanto pressante, tanto incontenibile, da non concedere, alcun angolo di rifugio, a loro difesa, importa che monti l’ indignazione, anche attraverso questa pagina, come uno tzunami, che spazzi senza alcun ossequio, lo sconcio, che ci disonora ,moralmente, e ci impoverisce, economicamente,nb

  • Adriano Robecchi

    …e quindi?
    “Come avevamo intuito subito”… e chi se ne frega.
    Che faccia parte della stessa casta che sta denunciando non
    cambia la realtà delle cose.
    Bravi, ecco un applauso silenzioso cosi’ siete contenti…
    ma non provate a fermarlo o a dargli contro…
    Questo e’ il momento giusto per cambiare le cose.

  • Mariano Gallo

    @ adriano r.: come? Suggerimenti?

  • dona

    Chi vi dice che anche noi fan non avevamo pensato che fosse una falsa identita? ma che cambia? i cittadini non sanno più ache santi votarsi per avere un minimo di giustizia sociale, l’importante è raccoglierci in gran numero. E poi i contenuti erano veri e documentati, tanto basta.

  • Adriano Robecchi

    @mariano g.
    A che servono? Sta già succedendo grazie a qualcosa chiamato internet e non ai media controllati da qualsiasi potere (destra, centro o sinistra che sia).
    Personalmente non ho mai visto tanto clamore (nelle prime pagine o nelle notizie di qualsiasi telegiornale) per una notizia come questa (stiamo parlando di casta e di sprechi da quanti anni… 5, 10?).
    Grazie al passa parola su internet tramite social network, forum, community sono state vinte comunali… e’ stato raggiunto il quorum ad un referendum (!) e ora questo…
    Ripeto, che ti devo suggerire?
    I suggerimenti (e i fatti) dovrebbero venire da quelli che, ogni giorno, si dimostrano essere sempre più incompetenti ed inefficaci nel lussuoso ruolo che SI SONO costruiti e non sicuramente da un poveraccio come me.

  • pasquale

    Perciò? Qual’è la morale che siccome il personaggio è inventato,anche se tutto il resto è VERO!!, non dobbiamo seguire la deriva populista e lasciare in pace questi poveri politici che al contrario di tutti noi fanno i porci dei comodi loro?
    ma non è che dietro di voi c’è un’altro potere OCCULTO che preferisce mantenere la situazione attuale?

  • Alessia L.

    “Insomma, è una operazione che, nei suoi tratti distintivi di fondo, non è pensata per abbattere “la casta”. Solo per sostituire una casta ad un’altra, semmai”

    Questa è la chiave, la casta, visto il malcontento, cerca un modo per pilotarlo, assorbirlo, sfruttarlo e non sorprende che la cosa parta proprio dal popolo viola, “braccio popolare” dell’altra faccia della stessa medaglia.
    Prima trovano il punto di repere più debole della rete, facebook, dove una massa di dormienti sembra uscire da uno stato di ibernazione e strabuzzare gli occhi davanti a cose già note. Poi l’altra casta, giornali e TV che solitamente ignorano o denigrano le iniziative della rete, da eco alla cosa e il gioco è fatto.
    Tutti pronti per una nuova casta (o meglio riciclata) “sempre li, li nel mezzo” (Cit) in barba al popolo, smemorato e ora pure forcaiolo, dei “Mi Piace”.
    Ricorda un po’la vicenda dell’acqua appena trascorsa, dove la sinistr-casta, dopo aver cavalcato l’ondata popolare, ha risolto il tutto con: “acqua privatizzata a forza NO, acqua privatizzata volontariamente SI”.

  • Francesco

    Curioso questo voler fare i vaghi e denunciare l’opera di trasparenza ( ancora una volta) svolta da Valigia Blu. L’idea che uno debba bersi tutto è devastante. nessuno che si chieda perchè e come funziona e soprattutto se è vero. A me invece piace sapere sempre con chi parlo. E non capisco mai perchè uno che parla con me dcide di cambiare faccia e indossare maschere.

  • arturu.it

    secondo me la rete ha più successo dei giornalisti professionisti perché i professionisti hanno perso credibilità… e ci andrà di mezzo anche chi crede in questa professione… Secondo voi lo sputtanamento giornaliero di: minzolini, fede, di tutto studio aperto, di libero, panorama, ecc… hanno giovato ai giornalisti? no, per niente, visto che per tutti ha più credibilità un blogger sulla rete… riflettete…

  • fedora

    Che esista o no spider…. quelli della Valigia Blu si sentono bravi per i sospetti se e chi c’è dietro. State preparando o suggerendo un emendamento alla legge bavaglio?

  • Cosimo Errede

    Ha avuto il successo che ha avuto questa iniziativa, perchè è uscita in TV. la Televisione è ancora il media dominante, inutile illudersi della potenza della rete. Quei risultati in quanto a “like” non sarebbero mai arrivati con la sola forza di Internet. Vi invito a riflettere anche su questo. Ne ho scritto qui : http://carlosway.it/mktg/smm/ecco-cosa-tira-piu-di-un-carro-di-buoi/

  • claudio

    mi sorprende che un popolo dalle grandi tradizioni politiche, fino ad oggi non si sia “indignato” seriamente di fronte ad una caduta dei costumi, dell’etica sociale, tanto profonda.

  • bogart212

    Non bisogna essere aquile per capire la strategia di repubblica!La cricca vuole solo far cadere il governo,mi sta benissimo, ma sta spargendo bromuro a piene mani perchè quelli che seguiranno vogliono mantenere i previlegi.Io toglierei anche i finanziamenti ai giornali: che campino con quello che vendono.Tanto la stampa obbiettiva e libera è una barzelletta.

  • topigatteo

    Anche se è un personaggio virtuale, l’iniziativa non è male. Proponiamo una legge di iniziativa popolare per abrogare le prerogative della Casta.

  • matteo

    ma che brava arianna ciccone che ha scoperto tutto! quindi? non capisco quale sia il problema. aver inventato una storia di fantasia (che per altro tutti avevamo INTUITO essere una bufala) è servita a dare più risalto al tema del momento, i privilegi della casta. quindi? che c’è di male? che c’è di strano? forse questa iniziativa oscura quelle di valigia blu?

  • Andrea

    Totalmente d’accordo con DRAGANJA. Il problema è sollevato e cogente, va risolto presto e in modo radicale..con le buone o con le cattive..non importa nulla della matrice della scintilla, l’importante è alimentare la fiamma della protesta in QUALSIASI MODO. Perchè la misura è davvero colma e questa gente deve restituire il maltolto e allontanata da ogni posizione di responsabilità!

  • Franco

    Ma perchè l’ottimo di Pietro non ci spiega lui i vari privilegi della Casta? ( stipmendio in primis e varie agevolazioni) Risparmieremmo la “caccia al “precario vendicativo”.

  • Max

    Un piccolo commento all’articolo ….
    1) giusto avere dubbi sull’autenticità del messaggio
    2) altrettanto giusto (e non sviluppato nel post dall’autore) esaminare l’innegabile interesse che l’operazione ha riscosso, e non penso perchè tutti coloro che lo seguono siano di un livello culturale sotto la media
    3) Buono l’accenno alla Collana della Regina ma avrebbe reso la disamina più completa anche un accenno al fatto che di collane della regina ne abbiamo viste parecchie negli ultimi vent’anni purtroppo

  • Leo

    Ma secondo voi il rispetto dei cittadini di cui parlate nel vostro claim non si ottiene anche attraverso una politica economica più giusta? E vi sembrano giusti gli sprechi e i privilegi a nostre spese della casta? Che importa se SpiderTruman esiste o no. Fintanto che le notizie che dà sono vere, l’importante è parlarne e diffondere consapevolezza e in ultimo risolver il problema

  • Leonardo

    quello che conta è che la casta è invisa alla gente onesta e farebbero bene a darsela a gambe prima che sia troppo tardi!!!!!!!!!!!

  • Federico

    Invece di indagare sull’identità di SpiderTruman chiedetevi perchè nel giro di tre giorni 300.000 cittadini si sono uniti sotto la parola ‘incazzati’.

  • Guy Fawkes

    Trovo a dir poco nauseante che vogliate far vedere la pagliuzza affinché non si guardi alla trave. Chi sia in realtà poco importa, i fatti sono fatti, tutti ben documentati in rete, in edicola e in libreria. Il fatto che si renda anonimo poi, che non faccia nomi e cognomi, è altrettanto chiaro, facebook non può chiudere una pagina se non c’è “reato” (es: diffamazione, violazione della privacy…) o solo perchè il contenuto dà fastidio a qualcuno, poi trovarsi la digos davanti casa non è un bello spettacolo…piuttosto, rendetevi utili e denunciate con forza e sdegno VERO quella che è una profonda ingiustizia sociale…

  • federico

    Capisco che per i giornalisti con tesserino e in cerca di fama come voi è difficile accettare che esista anche l’informazione anonima e gratuita, ma la rete è anche questo. l’informazione è informazione anche se anonima, se trovate qualcosa di falso in quello che viene detto smentitelo, se trovate qualcosa di già detto, pazienza, lo avrà ripetuto. siete alla ricerca di un’identità sulla quale gettare il fango, state prendendo i metodi della destra. finchè si denunciano le malefatte del centro destra siamo tutti contenti, quando si dice che in fondo anche il centrosinistra non è poi così diverso nei banchi del parlamento, allora diventa qualunquismo?
    state sollevando un polverone ridicolo e vi state ridicolizzando, pensate a fare giornalismo di inchiesta invece che dietrologia se siete giornalisti, altrimenti se dovete solo difendere la vostra posizione professionale forse è il caso che ve ne fate una ragione. l’informazione non ha necessariamente il tesserino.

  • daniele iannone

    Ho capito, il problema è chi è Spidertruman, non verificare se quello che scrive è vero o falso. Allora: chiuSpidertruman voi sapientoni sapete dirci se le cose scritte sono vere o false?

  • Mara

    Caro autore del post n. 100, in questi mesi VB ha indicato tante travi: prescrizione non è assoluzione, no alla legge bavaglio, no bavaglio alla rete, cancelliamo il porcellum, difendiamo la costituzione, via i partiti dalla RAI, i referendum ecc. Credo che nessuno ci possa accusare di essere pro casta o pro governo. L’informazione trasparente però è un nostro pallino. E’ la base da cui parte il rispetto per i cittadini, tutti. Noi non contestiamo che i privilegi della casta siano odiosi e i guadagni vergognosi. Il governo ci chiede 70 miliardi di sacrifici e la classe politica esce miracolosamente indenne dalla mannaia. Tutto questo è da condannare con forza. Ma mettendoci la faccia, come VB ha sempre fatto.Tutto qui. Sono stati gli autori di Spider T a sviare l’attenzione ed accusarci di essere pro casta, invidiosi del loro successo ecc. Le nostre iniziative parlano per noi, solo che troppi sparano a zero (telecomandati) e non si curano nemmeno di leggere articoli e post. Il giorno che un vero diseredato, precario, pensionato, disoccupato, disabile avrà mezzo milione di fan per un’iniziativa, una denuncia, una proposta per il bene del paese, saremo i primi a cliccare mi piace e a sostenerlo con le forze a nostra disposizione.

  • eclipse

    Qualcuno mi spiega l’utilità di questo post?

  • Federico

    Chi sia spidertruman importa poco o niente! Quello che invece salta all’occhio è che milioni di italiani non ne possono più di sti PARASSITI! E poi cherchè dovrebbe svelarsi per permetterci di indagare sul suo passato e screditarlo perchè da bambino ha rubato na caramella alla salumeria. Mentre loro sappiamo tutti cosa fanno: mignotte, tangenti, droga e clientele. RIVOLUZIONE!

  • Mara

    Un’ultima cosa, il fenomeno a cui stiamo assistendo merita una seria riflessione. L’indignazione della gente è arrivata ad un livello non più sostenibile e tutti gli attori della scena politica e sociale del nostro paese devono tenerne conto. Il rischio in momenti come questo, e la storia ce lo insegna, è la deriva violenta e la spaccatura del tessuto sociale. Anche di questo la casta dovrebbe farsi carico semmai accadesse. C’è da augurarsi che da questo fermento esca la parte buona del paese e si persegua una rifondazione etica della politica. Che non può prescindere dalla chiarezza e dall’onestà quali valori fondanti.

  • FAB

    peccato che i dirigenti d’azienda si avvalgano di privilegi pagate da un privato, cioè l’azienda. mentre quelli dei nostri inutili e immeritevoli deputati, li paghiamo noi, che non abbiamo nemmeno più i soldi per arrivare a fine mese. MA VERGOGNATEVI!

  • stefano

    c’e` molta demogagia anche in questo vostro articolo: “il disprezzo intrinseco delle masse” sa molto di snob di sinistra. Le masse sono da sempre condizionate ed il problema lo sapete bene e` nei mezzi di giudizio che le strutture scolastiche non riescono o non vogliono dare. La capacita` critica non appartiene alla massa e forse non gli apparterra` mai. Infondo anche i personaggi storici che hanno fatto del bene da Gesu` a Ghandi hanno usato questo presunto “disprezzo”, la verita` non sta mai da un solo lato…

  • Mara

    A questo punto mi ritiro perchè questo commentario, partito come la dichiarazione di indipendenza del comitato permanente per la rivoluzione, ora sembra più una conversazione tra ubriachi in cui nessuno si cura di leggere il commento degli altri. Cerco di rispondere pacatamente alle critiche e il commento successivo dello stesso autore parla d’altro… Non è così che ci si confronta. Per citare un mio amico “ah, quando fate la rivoluzione, chiamatemi…”

  • Spider-Boccaloni
  • Alessandro

    Indipendentemente dal giudizio morale che si può dare su questa vicenda, la cosa più interessante mi pare che sia la velocità con cui attraverso una pagina di FB e un paio di segnalazioni a testate giornalistiche si riesca a creare un “caso” nazionale.
    Avevo espresso i miei dubbi sin dall’inizio dell’escalation della pagina per le stesse ragioni espresse in questo articolo.
    E caspita, com’è facile manipolare l’opinione pubblica!

  • Stefano

    Bell’articolo, disanima colta, raffinata e tutto sommato giusta. Peccato che non sposti di una virgola il fatto che siamo governati da una banda di ladri, stracciaculi arruffoni che pensano solo ai loro interessi. Purtroppo non molti leggono i libri di Stella, quindi ben venga un account finto su facebook che illustri alla gente quello che questi signori rubano per produrre niente. E’ giunto il momento di azzerare la politica, bisogna cacciarli tutti e non trovo nulla di male se per farlo bisogna usare un account fittizio di facebook dove si raccontano cose vere (visto che neanche il tuo articolo le smentisce, ma anzi le minimizza, sei uno dei privilegiati? Uno che campa vicino a uno di loro?)

  • medrad

    io dopo 40 anni di lavoro nella sanità prendo 1300€ e loro dopo 5 anni 7000€ è uno schivo

  • Ale

    @Alesssandro, soprattutto se alle spalle c’è una regia che sa come far uscire una notizia, ha i numeri di telefono giusti e sa quali tasti spingere… Non è comunque roba da sprovveduti…

  • arturu.it

    concordo con il commento #112

  • stefano

    A questo punto Mara forse e` proprio giunto il momento di sparare a zero. L’auspicata rifondazione etica italiana ha portato dopo 50 di DC al potere del sig. Craxi e del si. Berlusconi che fregandosene di qualsiasi etica ce l’hanno messa…. La violenza non e` mai un’opzione ma la decisione si. Voi dite che questi argomenti sollevati sono ben noti ma la reazione della gente vi dovrebbe aver fatto capire che non lo e`. Magari fatecome le famose 10 domande a Berlusconi e pubblicate ogni giorno un bel servizio approfondito sulla nuova nobilta` che sarebbe l’inamovibile classe politica. E probabilmente fareste risorgere un po’ di sano giornalismo.

  • Alessandro

    @Ale
    Non sarà roba da sprovveduti, ma quante “regie” di questo tipo abbiamo in Italia? Possibile che si debba essere continuamente succubi di una pseudo informazione che ha il solo scopo di “tirare” la gente per la giacca sotto la propria bandiera?
    Per quanto nobili siano i motivi e sebbene molti di quei post contenessero notizie vere (sebbene anonime, parziali e frammentarie)… non è questo il modo.

  • stefano

    Allora quale e` il modo? Lasciare la regia alla solita gente? Eppure la storia dovrebbe insegnare qualcosa.

  • Alessandro

    Il modo giusto è informare correttamente le persone, così che possano formarsi autonomamente una opinione.
    Il modo giusto è fornire le fonti, i documenti, le date, è evitare di dare notizie generiche.
    E possibilmente evitare l’anonimato o perlomeno le false identità.

  • Claudio S

    Continuo a non capire, ma cosa mi importa chi c’è dietro? A me importa che le cose che dice siano vere. Non mi sembra tutto questo grande peccato aver detto di essere un precario licenziato. Voi credete davvero che la gente si sia iscritta in quel gruppo per la storia del precario? La gente si è iscritta perchè in un periodo in cui il governo chiede sacrifici agli italiani una notizia (vecchia) come quella che riguarda i privilegi della casta, è più dirompente. E grazie al cielo che si è riacceso il dibattito, perchè questa cosa gli italiani l’avevano mandata giù, era passata come normale. Ma secondo voi davvero si manipolano le masse con la storia del precario? Così poco basta? Vi ricordo che lo stesso sdegno popolare c’è stato dopo il libro di Stella e Rizzo, non è stata la storia del precario a far incazzare la gente, quando i privilegi che la gente aveva scordato. Alla fine avete dedotto che se uno usa una storia del genere probabilmente è uno che vuole manipolare la gente e arrivare al potere. Non vedo dove sia la logica.

  • Alfonso

    Non mi piacciono le vostre dietrologie. I fatti raccontati sono veri? Non importa se qualcuno li sapeva già. L’importante è incazzarsi sempre un pochino di più finchè questi scellerati lavorino per il bene del paese e non per se stessi. Saluti

  • marcsimon

    Faccio solo notare che Mascia è uno che ha combattuto B fin dall’inizio con i comitati Bo. Bi. quindi ha tutta la mia stima, così come Arianna e Valigia Blu, l’avversario è un altro, secondo me…

  • dzade

    non ho capito, cosa dovrebbe uscire fuori da quell’intervista sul Fatto? Quindi, riassumendo, siamo stupidi se concediamo ascolto a Spidertruman nonostante non possiamo verificare direttamente quanto dichiarato ed invece siamo ganzi se prendiamo le allusioni ad un background comune espresse fumosamente da Mascia come una confessione? Beh, a me tutto questo articolo sembra molto superficiale ed impreciso. Inanzitutto sia la pagina Fb sia il blog sono costellati di commenti e post critici, scettici, beffardi ed in generale non benevoli nei confronti della cosa, dal primo giorno in cui sono stati attivi l’uno e l’altra. Ovviamente per vederli tutti bisogna cliccare su “più recenti” perchè, come molte pagine di Fb, anche “I segreti della casta di Montecitorio” è impostata in quel modo. Poi il tale Spidertruman non ha denunciato una censura di Fb nei termini descritti in questo articolo, anzi sulla pagina Fb c’è un post in cui ha scritto chiaramente di essersi allarmato forse troppo per una segnalazione ricevuta in merito alla violazione di proprietà intellettuale: ora, chiunque abbia mai fatto una segnalazione di spam/abusi su Fb sa che le opzioni automatiche a disposizione per motivare la segnalazione sono limitate, quindi la ragione della “violazione di proprietà intellettuale” andrebbe chiesta a chi ha fatto la segnalazione, e non vedo perchè dovrebbe essere una bufala che sia stata realmente ricevuta. In ogni caso, che i timori di censura fossero fondati o meno, l’aprire anche il blog ed il profilo twitter risponde manifestamente alla volontà di maggior divulgazione possibile. Insomma valigiablu, quando non si hanno le prove di una cosa ma neanche del suo contrario sarebbe carino concedere ai lettori la facoltà di valutare con la propria testa e con la propria sensibilità. Per quanto mi riguarda ho condiviso la pagina sul mio profilo con queste parole: “dispositivi omeopatici di anti-assuefazione” (anche perchè, a quanto pare, che certe cose siano risapute finora non è bastato).

  • stefano

    Alessandro, In una societa` senza controlli come la nostra quando giochi correttamente contro gli scorretti perdi sempre. Dici che L’anonimato non serve, se Travaglio dice una cosa vera un sacco di gente non ci crede, come te lo spieghi?

  • Ale

    @marcsimon, è vero quello che dici, peccato che questa vicenda rafforzi proprio B. perchè nell’opinione pubblica il suo partito di presunti corrotti, indagati, rinviati a giudizio oggi sembra uguale a tutti gli altri.

  • arturu.it

    @Alessandro, il modo giusto di fare informazione la dovrebbe fare un professionista, un giornalista, ma se quest’ultimi hanno perso credibilità? Vedi Belpietro, ecc…

  • spikino2

    Mi avete deluso! Ma come non vi rendete conto che alla gente che non arriva a fine mese non importa conoscere l’dentita’ del fantomatico portaborse bensi’ come vengono spesi i soldi dei loro sacrifici e,se qualcuno documenta con dovizia dei privilegi di cui godonoi nostri parlamentari e’ solo degno di ammirazione e merita il nostro plauso che, con questo vostro ridicolo commento,non meritate certo voi.Ma avete idea di quanta gente ignorava,fino a qualche giorno fa,i tanti -troppi – sotterfugi a cui ricorrono i tuoi parlamentari pur di mettere in tasca impunemente e indebitamente, il sudore della mia fronte, il mio sangue, il tuo sangue e quello degli onesti lavoratori, dei tanti precari -quelli dell’italia peggiore-dei pensionati!Questo e’ interessante, non certo le vostre ridicole e meschine indagini. Vergognatevi!!!! Cosi’ facendo non solo non siete utili, ma dannosi ed odiosi. Siete,tra l’altro,offensivi credendo di essere piu’ burbi e intelligenti degl’italiani benpensanti e pensanti -al contrario di voi-

  • Kanna

    c’e` da avere paura a leggere la maggior parte dei commenti, se non capite che per combattere i delinquenti non ci si` puo` comportare come delinquenti, altrimenti non cambiera` mai nulla, allora siamo veramente messi male

    ps: che cacchio di info sarebbe quella del CAP per scrivere un commento? io che scrivo dalla svizzera mi devo inventare un cap? e` ironico, ma alla fine anche il software di questo blog obbliga ad essere “disonesti”, siamo proprio italiani ;)

  • Alessandro

    Non è necessario che l’informazione sia per forza fatta da professionisti. In linea di principio l’ordine professionale dovrebbe garantire il rispetto della deontologia.. ma in Italia purtroppo lo fa molto raramente perché siamo diventati una nazione di tifosi.
    Personalmente fatico a leggere un articolo che parte dai commenti, dà la parte “comoda” della notizia, tralascia i dettagli scomodi e conclude con un altro commento.
    Questo modo tutto italiano di fare giornalismo e che si basa sulla spettacolarizzazionee il tifo campanilistico per la propria fazione ha rovinato sia il mestiere di giornalista, sia la capacità delle persone di essere critiche sui contenuti e sul modo in cui si fa informazione.
    E questo genera anche (per rispondere a Stefano) l’impostazione mentale per cui l’avversario politico dice sempre palle.
    Non ci mancano certo gli esempi di quanto il giornalismo ultra politicizzato sia capace di montature mediatiche eh…

    La cosa positiva, almeno, è che qualcuno al giornalismo critico crede ancora. E non credo bazzichi molto distante da qui (ad esempio)

  • mario

    credo che nemmeno chi ha scritto questo articolo sia un campione di intelligenza, si chiede come mai tutti abbiano preso quella pagina di fb come oro colato, beh per il semplice fatto che erano cose gia detto e sapute, come d’altronde afferma lui stesso.
    piuttosto il dubbio mi viene ora, ma chi ti ha insegnato a fare il giornalista e fare delle domande a cui hai gia dato una risposta semplicemente contraddicendoti?

  • XoNoX

    Io credo che sia proprio la manipolazione, la cosa che dovrebbe farci ancor più incavolare. E’ sempre la solita politica. Internet è tanto bello, ma resta il fatto che credi di parlare con un dottore, o un esperto e dall’alatra parte ci potrebbe anche essere un cane.
    Certo i costi e i privilegi della politica mi fanno incazzare e tanto, ma non è pensabile azzerare i 18 miliardi circa, li possiamo diminuire, ma non credo che ci si possa salvare l’economia dell’Italia.
    Resta il fatto che è stata una manipolazione, ma secondo me non farebbe altro che levare dei politici per mettercene altri, tali e quali ai vecchi. Se i più di 300mila incazzati di FB fondassero un partito e si voterebbero prenderebbero a stento il 0,5% (sono digiuno di matematica, ma 300 mila abbondanti diviso i 60 milioni e più di italiani che siamo moltiplicato per cento…) sempre troppo pochi. Per quanto ci possiamo incavolare, resta il fatto che alle prossime elezioni si presenteranno più o meno gli stessi, destra sinistra o centro. E’ sempre la solita politica. Serve un risveglio delle coscienze ben maggiore.

  • vito

    cara valigia blu e autore del post. Il vostro argomentare avrebbe un senso se voi, utilizzando queste informazioni di ”dominio pubblico” aveste da molto tempo avviato una sistematica campagna contro tali privilegi. A vostro avviso il fatto che certe cose siano dipsonibili a chi le volesse prendere e guardare da molto tempo e’ ragione sufficiente per non sentirsi obbligati a far si che TUTTI possano ben vederle.
    Insomma, a vostro dire e’ pratica corretta allargare al massimo la parte delle clausole scritte piccole piccole, fitte fitte, con tante parole astruse e limitare la parte ”in chiaro” a poche frasi asettiche e prive di significato.
    Informare non vuol dire solo avere possibilita’ di dare accesso alle informazioni, ma anche rendere le stesse il piu’ possibile visibili e il piu’ possibile chiare a TUTTI Be non solo a quei pochi che hanno tempo e da questo tempo impiegato a spulciare le carte magari ci fanno anche i soldi.
    Se l’operazione e’ una operazione di marketing certamente e’ da stigmatizzare. Pero’, il vostro argomentare sembra molto simile al voler guardare la pagliuzza e dimenticando con molta, troppa facilita’, la trave di questi scaldalosi privilegi.

  • raffaella

    non capisco questo livore nei confronti di questa pagina, fin da subito c’è stata gente che ha cercato di scridarla facendo il gioco della casta stessa, solita menate dei sinistri che si devono dare la zappa sulle spalle per ripicche e gelosie, e allora? se fosse di pietro o uno dell’idv che problema c’è? se sputtana sta gente e i suoi privilegi a chi dà noia? solo a coloro che si sentono minacciati, i privilegiati stessi, oppure a qualche personaggio che si vede offuscare la popolarità a favore di questa nuova pagina facebook come era già successo al popolo viola? mah gente litigare serve a poco…che tristezza!

  • Mara

    @ Vito, ti chiedo una cortesia, vai a leggere il commento n. 103 postato da me. Finora abbiamo lanciato diverse campagne e ci abbiamo messo passione e anima. Non abbiamo coperto tutti i mali del nostro paese, è vero, ma la nostra piccola parte abbiamo cercato di farla. E continueremo, sempre con trasparenza e rispetto dei cittadini. Grazie.

  • L.B.

    scusa…… ma……………… tutti dicono che l’assange dei poveri non ha detto niente di nuovo non avendo prove…. ma nell’articolo fine alla fine non c’è una sola prova che smentisca il fatto che lui possa essere un precario con le palle girate >_>

  • luca

    apprezzo il vostro lavoro, ma stavolta non mi trovate d’accordo. State demonizzando un personaggio (contribuendo per altro al suo successo) basandovi su supposizioni non ancora dimostrabili e segnalando come colpa imperdonabile (perchè poi?) l’anonimato. Quanto poi a ciò che Spider Truman “rivela”, è vero che non si tratta di novità, ma mi sembra che non si possa dire che racconti il falso. Questo è un punto fondamentale. Non tutti hanno letto Stella e Pansa, non è che siccome qualcuno l’ha già scritta, un’informazione è da buttare. Personalmente ritengo che l’anonimo stia svolgendo un prezioso lavoro di sintesi delle nefandezze della casta, un bignamino di porcherie a beneficio dei lettori. In termini di marketing, il sensazionalismo di un’apparizione accende più del lavoro quotidiano di informazione. Se un po’ rosicate per questa ragione, vi capisco e sto dalla vostra parte. Ma non cercate ragioni altrove, almeno finchè non avrete dati certi. Ne va anche della vostra credibilità (e non più solo della sua). Vi invito a leggere Spider Truman con animo più sereno, e a contribuire, con strumenti certamente più sottili, a fornire all’indignazione popolare una base seria e forme concrete di azione.

  • Filippo

    Ma mi spiegate dov’è il problema? ancora qui a spaccare il capello in 4? le cose raccontate da Truman sono vere? Si, quindi, dov’è il problema?????? Manipolazione della masse per usare un nickname??? ma che farneticate?

  • arturu.it

    Vabbè per scoprire chi è dovreste chiedere a lulzsec… magari loro lo beccano. Hanno detto su un post twitter che non gli va a genio che sto tizio usi l’immagine fawkes a scopi politici…
    [QUOTE]Se qualunque partito utilizzera’ figure come Guy Fawkes per scopi politici non verra’ perdonato. Ti stiamo osservando @SpiderTruman #casta[/QUOTE]

  • mauro

    Se non è un precario licenziato ancora meglio! Significa che tutto quello che fa non lo fa per spirito di vendetta. Sinceramente a me importa poco chi sia questo Spider Truman, a me interessa quello che dice, i documenti che tira fuori e il fatto che abbia finalmente riunito attorno a sè la gente incazzata. Il resto sono questioni secondarie. Si potrebbe chiudere dicendo: IL DITO INDICA LA LUNA, LO SCIOCCO GUARDA IL DITO. Smettetela di rendervi ridicoli con le vostre inchieste, frega un cazzo a nessuno.

  • Paola F

    leggendo questo articolo è evidente che pensate la gente stupidotta..
    la gente normale guarda la sostanza.. se ciò che afferma il sedicente portaborse è reale, dopo inchieste della magostratuira, chi se ne frega se chi parla è anonimo?

  • tupacamaru

    Se uno si fa fottere 25 miliardi l’anno ed è pure contento è evidente che non può essere che pirla. La verità è che questi massoni usano il denaro che rubano anche per pagare gente per scrivere che i politici poverini sono caluniati da chi li accusa di essere ladri.

  • Piero

    Solo due appunti:
    1) usare il fumetto come esempio di letteratura di seconda scelta mi ha molto infastidito e mi fa pensare che l’autore citi cose che non sa.
    2) SpiderTruman potrebbe anche essere una macchinazione ordita da una casta invidiosa dell’attuale casta ma attenzione perchè “Quando il dito indica la luna, lo sciocco guarda il dito”.

  • Valentino Roiatti

    VA benissimo anche se spidertruman è Dipietro in persona, l’importante è smuovere l’opinione pubblica su questo autentico problema. Valentino Roiatti

  • Valentino Roiatti

    Bene anche se Spidertruman è Dipietro. Bisogna suonare la sveglia.
    Valentino Roiatti

  • Grifoni Teodoro

    è l’ora della rivolta, smettiamola di guardare la pagliuzza tra noi e affrontiamo la trave che ci sta accecando, impoverendo e distruggendo, una data per tutti e gli INDIGNADOS si scatenino

  • vivereapanama

    Non importa chi ci sia dietro, l’importante è avere queste informzioni, nella speranza che il popolo bue apra gli occhi!!!
    Venite a vivere a Panama!!!

    http://www.vivereapanama.com

  • Wain

    Se SpiderTruman fosse Leonida Tucci cambierebbe qualcosa? lui dalla casta e’ stato silurato ed era pure un addetto stampa, magari ne avrebbe molte da raccontare … non sottilizziamo su chi sta dietro a spidertruman, pensiamo allo sperpero di denaro pubblico che tuttora viene effettuato

  • lippa

    Vediamo se avete capito “Spider” significa veloce invece “Truman” è il personaggio di quel film dove il protagonista credeva di vivere una vita reale invece era solo parte di un grande spettacolo. È proprio questo la Casta una finzione una presa per il culo per depredarci tutti. Quindi “SpiderTruman” significa abbattere al più presto la Casta se non vogliamo che la Casta abbatta noi.

  • Simo

    le caste ci sono sempre state. se sapessimo cosa pensano e come ci vedono chi ha un pô di potere, dal politico all’attore,ci sarebbe la caccia al vip e non per una foto per tirargli il collo.

    Fosse una novitâ…ê sempre stato cosi. Siamo le loro pecore, ci tosano e ci macellano a piacere.
    E a chi pensa di poter cambiare le cose : Dovresti uccidere anche te stesso molto probabilmente, perchê tu non vuoi cambiare le cose vuoi solo avere di piû…come loro.

  • claudio domino

    Viva la libertà

  • claudio domino

    Sono strabiliato, c’è ancora gente che difende la casta, ma questa è perversione, voglio dire, l’uguaglianza dov’è finita, e la libertà, la democrazia, la dignità, ci sono cittadini o finti cittadini che difendono l’indifendibile, magari prezzolati, o peggio manipolati, ma non vi rendete conto che siete morti?

  • reset-italia.net

    il sig. mascia è un essere spregevole, non per i contenuti, ma per il suo innato “galleggismo”. è ovunque. la pagina facebook dei verdi è amministrata da lui, già presentato da di pietro come responsabile comunicazione idv, già autonominatosi referente del popolo viola, già in prima linea su tante altre battaglie come rappresentante di qualsiasi comitato spontaneo che non lo ha mai eletto. ricordatevi quel nome e sputateci sempre addosso, perché tra tante validissime ragioni c’è chi cerca di trarne personale beneficio.

  • lcesaroni

    Unisciti a noi. Sei già uno dei nostri?Ma va là, direbbe uno dei vostri. L’articolo dimostra la vostra doppiezza, si sa tutto, ok, quindi inutile parlarne, si può continuare come sempre. Proprio come vorrebbe il berlusca: si sa tutto del suo malafffare, inutile fare i processi. Sicuramente una bella fetta di quegli schifosi privilegi arriva anche a voi.

  • birillo

    Caro Simo il qualunquismo è una delle tecniche più banali della retorica. Tutti siamo colpevoli tu di ci perchè intimamente desideriamo essere dei privilegiati…
    Probabilmente chi ti a scelto e pagato per essere convincente a speso male i suio soldi

  • G.

    Salve,intanto l’idea della manifestazione a settembre suppongo venga dal mio blog, il post è datato 4 luglio,e di anonimo non c’è nulla,anzi.
    http://pinoz6700.blogspot.com/

  • spidertruman

    Spidertruman esiste, sono io e tutti quelli che hanno manifestato il loro sdegno per i privilegi della casta cliccando ‘mi piace’. Non importa chi ha scritto quei post, importa che centinaia di migliaia di cittadini hanno condiviso la rabbia contro gli ingiusti privilegi della casta. Il resto è fuffa.

  • paola

    non importa niente a nussuno chi è Spidertrumen,è giustamente il Simbolo di una rivolta mediatica verso un sistema corrotto. Punto.

  • angelo

    Personalmente non me fotte nulla di chi si cela dietro la maschera di spidertruman…il fatto e’ che oramai ne abbiamo le OO piene di tutto cio’ e di cosa ci raccontano questi ladri,puttanieri,mafiosi,corrotti e ce ne sarebbero altre centinaia di aggettivi…..

  • francesco

    Spider Truman ha sollevato il coperchio del verminaio in cui guazza da decenni la politica italiana con i suoi privilegi di casta. E quelli come voi, che dicono di agire per amore della verità, in realtà hanno solo coperto ogni tipo di abuso e di sopruso perchè al tavolo di questa politica hanno seduto e mangiato come “amici di merenda”. Certo giornalismo italiano è peggio della casta perchè apertamente di parte, implicato in ogni tipo di malaffare politico.
    E allora non dite di essere i paladini della verità. Cosa dicevate prima della denuncia di Spider Truman? Nulla. Allora abbiate la dignità di tacere anche adesso. Altrimenti confermate il sospetto che siete complici di quella politica corrotta, avvalorando il detto latino “escusatio non petita accusatio manifesta”!
    Francesco

  • davide

    si avete ragione. Non devo indignarmi per i costi della politica, ma perchè quello che vuole farmelo sapere è un politico. Il vs oscurantismo persecutorio è ridicolo. meno male che c’è qlc che ancora apprezza la verità e cerca di cambiare le cose, in mezzo all’oscurantismo, anche vs

  • sandra

    Avrei preferito che da giornalisti, anziché criticare il modo di propagandare di questo ST, aveste colto l’occasione per riportare con dettagli maggiori, tratti magari da vostre inchieste, o dai libri di Stella, che non tutti hanno letto, i privilegi di questi signori parlamentari che ormai non si vergognano più di nulla.
    Avrei incluso anche i privilegi di altre categorie.
    In un momento economico in cui si vuol far pagare sempre agli stessi, l’indignazione è lecita anche se le notizie sono vecchie!

  • Ciabatta

    “Spider Truman non esiste, o meglio dovrebbe incarnare…”
    si e’ presentato con le parole di V per Vendetta (traslate nella realta’ italiana) almeno informatevi…. (su alcuni siti lo definiscono Nembo Kid… no comment…)
    Se non avete voglia di leggere il fumetto almeno guardatevi il film: l’eroe resta anonimo e scatena l’indignazione popolare, che ci frega se e’ uno anonimo sfigurato, Fanttozzi o B in persona? Basta che la gente si svegli! Ma a voi pare piu interessante scoprire chi e’ o disquisire sul fatto che abbia fregato notizie da certi libri …. bah… ne avete di tempo da perdere…

  • Castigo Divino

    si avete ragione,il fatto che l’operazione anticasta venga dall’alto e d loro e’ quanto mai svilente ed offensivo della nostra dignita’.tuttavia una possibilita’ di riscatto per noi c’e’ ed e’ la seguente:usiamoli per i nostri scopi,facciamo come fanno loro con noi….

  • geronimo

    che importanza ha il chi e’???????..e’ solo un’ultima persona che fa’ presente i mostruosi privilegi di questa nostra classe politica che a perso i freni inibitori e ci tratta sempre piu’ da sudditi e non da cittadini in un regime di democrazia

  • Elso

    e certo non ci dobbiamo scandalizzare del fatto che sia vero tutto ciò che si racconta sui privilegi della casta, ed io aggiungo, sulla inettitudine dei nostri governanti, ma ci dobbiamo scandalizzare perchè chi denuncia non firma con il suo nome. Ebbene queste denunce le firmano tutti i precari, tutti i disoccupati, tutti i pensionati con mille e meno euro al mese. Che qualcuno incominci a capire.

  • el.ettore

    Stiamo scherzando? Di fronte ad una manovra che taglia di tutto e di piu’ (ma non ha nemmeno un minimo di decenza a “ridurre a parametri europei” i costi della politica, voi fate gli schizzinosi perche’ l’iniziativa e del popolo viola o IDV o di una persona che ha messo un faccia falsa su facebook per denunciare questa schifezza? Uh che delusione! Pensate al referndum per la legge elettorale che e’ meglio!

  • aurelio

    che esista ooppure no non mi interessa,importante è far risvegliare dal coma profondo e far indignare il poppolino schiavo tutt’altro che sovrano

  • Ale

    156 da spidertruman
    inviato il 20/7/2011

    Spidertruman esiste, sono io e tutti quelli che hanno manifestato il loro sdegno per i privilegi della casta cliccando ‘mi piace’. Non importa chi ha scritto quei post, importa che centinaia di migliaia di cittadini hanno condiviso la rabbia contro gli ingiusti privilegi della casta. Il resto è fuffa.” Cito questo post perchè è veramente ridicolo e triste leggere “Manifestare il proprio sdegno cliccando mi piace” Ma dove vivete spiderillusi di questi giorni? Tra il clicco mi piace e faccio la rivoluzione c’è un mare! C’è l’impegno civile di chi ogni giorno fa una piccola denuncia, magari non ecltatante cone questa, di chi ogni giorno prova a difendere i diritti di tutti, e c’è chi ogni giorno si impegna perchè centinaia di migliaia di cittadini non vengano presi per il culo da chi è pagato proprio dalla casta.

  • marcof

    ma il fatto che la camera smentisca la bufala dei barbieri non conta?
    http://www.dirittodicritica.com/2011/07/19/camera-deputati-spider-truman-23636/

  • stefano

    Il fatto e` che avete in mano uno strumento nuovo per informare liberamente ma non avete il coreggio di usarlo. Come dicevo precedentemente la gente non crede piu` all’informazione se proviene da organi “ufficiali”, se qualcosa e` scritto su un giornale di sinistra non e` vero per quelli d di destra e viceversa. Una verita` detta da Grillo rimane circoscritta non investigata criticamente solo perche` detta da Grillo o da Santoro o Travaglio. Il marketing fa parte della nostra societa` ora come in indietro nella storia. giusto o sbagliato imbonitori, demagoghi ecc sono sempre arrivati alla massa molto piu` che filosofi o seri analisti politici. Bisogna che voi giornalisti come i politici capiate che vi do vete riavvicinare alla realta` popolare e trovare un mezzo perche` il vostro messsaggio arrivi. In Internet e` possibile Questo “Truman” ve lo ha dimostrato”. Denigrare il tutto sa solo, come detto in precedenza, di snobbismo privo di senso. Ancora una volta mi chiedo ma li conoscete i vostri lettori (e per i politici chi vi vota)?

  • aa

    QUANDO IL SAGGIO INDICA LA LUNA, LO STOLTO GUARDA IL DITO.

  • Emilio

    La distanza tra la politica e i cittadini.
    Chi volesse vedere qualcosa di interessante copi questo indirizzo sulla barra e guardi, ne vale la pena
    http://informarexresistere.fr/2011/06/24/politica-e-vitalizi-schifo-vergogna/

  • Emilio

    La distanza tra la politica e i cittadini.
    Chi volesse vedere qualcosa di interessante copi e incolli questo indirizzo sulla barra e guardi, ne vale la pena

    http://informarexresistere.fr/2011/06/24/politica-e-vitalizi-schifo-vergogna/

  • rhobbi

    Sinceramente sono stufo di guardare alla forma e non alla sostanza, per cui ben venga chi riesce a fare indignare molte persone visto che i “giornalisti ufficiali” non ci riescono.
    Il mezzo usato è indice di conoscenza della gente, cosa che i “giornalisti ufficiali” snobbano. Snobbano perché, secondo me, si sentono mancare il terreno da sotto i piedi, se tutti possono fare informazione cosa ci stanno a fare loro? E sopratutto come fanno ad asservire chi gli dice cosa scrivere?
    Il merito di questo evento, (la pagina su facebook), va ricercato negli argomenti, che sono comunque VERI e non fango e poi nel mezzo usato che si addice di più ai nostri giorni.
    In conclusione, oltre ai nostri politici (scusate il termine) anche chi fa informazione dovrebbe essere oggetto di critica distruttiva.
    Dalle macerie è più facile ricostruire.

  • Vittorio

    E chi se ne frega chi c’è dietro la domanda è se quello che scrive è vero o no !! Ed è grave che debba essere un non giornalista a parlarne.. Qui i giornalisti sono capaci di fare il reggimicrofono davanti a politici che parlano senza domande.. o con domande concordate!!

  • Emilio
  • daniza

    perchè non investite tutta la vostra capacità investigativa nello stanare i mafiosi che siedono in parlamento? non importa se spidertruman sia vero o no, se quello che scrive sia già noto o meno, l’importante è che quello che scrive sia VERO! abbiamo un disperato bisogno solo di questo, della VERITA’ e di qualcuno che ce la ricordi continuamente!

  • luigi

    Poco importa se SpiderTruman sia un personaggio reale oppure un’invenzione. Quello che conta è che ci sia qualcuno che cerchi di svegliare le coscienze della gente ed apra gli occhi su che tipo di mascalzoni sono chiamati a rappresentarci!

  • LUCA

    mah… che la cosa fosse una mossa pilotata lo si poteva ben intuire… mi meraviglia poco che dietro ci possa essere una o l’altra componente politica… certo e’… e questo oltre che meravigliarmi, mi fa’ piuttosto inc***re… e’ che si debba ricorrere a questi stratagemmi (la rete, facebook..etc.) per fare in modo che NOI italiani parliamo e discutiamo su tali cose in maniera attiva facendoci dimenticare (anche se temo per poco….) della tal partita di calcio, del gossip o dello scandalo sessuale che normalmente infiamma le classiche discussioni da bar o dalla parrucchiera di Trento di cui sopra… con viva speranza un cordiale saluto a tutti

  • Baffone28

    Il problema e che questi parassiti esistono, che hanno stipendi e benefici abnormi e vero! Che e una bomba che deve scoppiare lo spero, qualsiasi sia l’innesco!

  • mario

    Tutte cose che in periodi di crisi economica ammetto che facciano un po’ arrabbiare i privati cittadini che si devono pagare tutto, ma che poi, comparate con analoghe tariffe e sconti offerte dalle varie società ai normali dirigenti d’azienda non sono così scandalose. Ma non ti vergogni?? Le persone come non vanno neanche considerate!!!

  • Tana

    secondo me Spider Truman fa bene a divulgare al “popolo” quello che SOLO ALCUNI (perché in Italia la percentuale di lettori di quotidiani e di libri è tra le più basse d’Europa) sanno e, dato che la maggior parte della gente viene rimbambita dall’effetto “televisione”, è giusto che qualcuno pensi a come contrarrestare quest’inerzia culturale dilagante….

  • max

    io credo che sia una cosa giusta far conscere tutto ai cittadini, queste cose negli altri paesi sarebbero pubbliche, solo qui devono essere trafugate! mi spiace ma questi vostri post contro spider truman mi hanno fatto ricredere sui vostri ideali.
    mi spiace ma mi cancellerò dai miei contatti!!

  • giasp

    ma quale macchinazione? come al solito si guarda il dito e non la luna.

  • Rigobert

    Il discorso è un altro: il fine giustifica i mezzi in questo caso. La gente non è indignata per quello che scrive spidertruman, la gente è indignata per tutto ciò che legge sui giornali e per l’impunità con cui questi politacanti operano. Se sia anche una menzogna a far scattare la sommossa, ben venga. Se si vuole riFARE l’Italia, comunque sia, il fine giustifica i mezzi.

  • Giuseppe

    Devo dire che ho scoperto solo ora e per caso “Valigia Blu” e credo che da ora lo seguirò assiduamente. L’analisi è giusta e ben fatta. Ed è corretto dire che non è giusto manipolare la massa. Però vorrei proporre una riflessione al team di VB: fatta per scopi magari non puri come professava, la “denuncia” di ST ha raggiungo tante persone in pochissimo tempo. è giusto condannare la “presa in giro” della storiella raccontata. Sarei stato molto più fiero se l’IDV avesse lanciato questa iniziativa su un canale ufficiale (cosa che gli converrebbe fare a mio avviso). Però ora una moltitudine di persone sono informate sui privilegi dei politici tutti. e ne sono giustamente indignati. Questo numero di persone non sarebbe stato raggiunto dai libri di Stella o Rizzo.

  • mah

    spider truman o meno, voi siete comunque dei ridicoli, la casta che difendete, quella dei giornalisti contro la rete ed il citizen journalism ha già perso, dite addio ai Gatekeepers l’ epoca del filtraggio delle notizie è finita e voi siete solo dei difensori dello status quo travestiti da liberali

  • tony maltese

    Ieri sera RAI-GR Parlamento diffondeva una nota ufficiale della Camera con una serie di “precisazioni” su tanti dei benefit di cui si parla tanto. Fra le altre, i buoni “millemiglia” Alitalia che i nostri Onorevoli accumulano anche se viaggiano (loro e famiglie) gratis.
    Altra precisazione riguarda le offerte di autovetture che la Peugeot mette a disposizione dei Parlamentari. In entrambi i casi si precisa trattarsi di iniziative “unilaterali” delle aziende.
    MA CI PRENDONO PER IL C.. ANCHE CON LE NOTE UFFICIALI???

  • rino

    A questo “Signore” Per 15anni le cose gli sono andate bene.Adesso dovrebbe vergognarsi. Non per quello che ha detto, ma per ciò che non ha detto in questi anni.

  • Pippa Pippi

    Carissimi amici della Valigia, devo dire che mi sorprende non poco trovarvi immersi in una sorta di (i virgolettati sono miei) “Metodo Boffo” nei confronti di un “Anonimo del web, che potrebbe celare Dipietro, Buddha, addirittura l’Arcangelo Gabriele!”. Sapete che vi ho seguiti sin dalla scorrettezza minzoliniana, ma non mi sono nascosta un certo fastidio per tutti coloro che – non so come e perché – ad un certo punto della loro popolarità (raggiunta in qualche modo) cominciano a farsi la lotta fra loro; lotta fra intellettuali, fra poveri, fra chi ingora di meno.
    Sembrate come quelli dei tanti Movimenti che hanno attraversato le piazze politiche del nostro Paese e che, infastiditi dal moltiplicarsi di sigle e siglette, si sono messi uno di traverso all’altro andando a sbattere nella più scontata delle sconfitte: il dimenticatoio.
    Se una gran massa di persone si iscrive in una pagina X non va bene, se si iscrive sulla mia è meglio! Esiste nell’universo web la trasparenza, la correttezza, l’esplicitazione dei moventi? NO!
    Non vi ho mai letti però intraprendere campagne di stigmatizzazione verso (o contro) le migliaia di pagine “anonime e di anonimi” che popolano la rete. Non una parola su blog o forum pieni di propaganda sfacciata nascosta sotto diciture sfiziose.
    ./.

  • Pippa Pippi

    ./.
    La lotta per far fuori i politici dalla RAI (o altre) può essere giusta se accompaganta da proposte per far fuori il sistema, la struttura, che permette ciò. Cosa importa se viene fatto fuori prima il direttore di ReteDue e poi restano contrattualizzati decine di conduttori e vallette e programmisti che impegnano tutto l’introito del canone?
    Concludo: se una marea di persone, accetta di farsi cavalcare da un signor X, io credo che il signor X sia solo un mezzo. Non la causa.

    ./.

  • teone

    L’analisi del post mi sembra sensata: l’obbiettivo del collettivo SpiderTruman è quello di porsi come élite alternativa a quella attuale; cerca credenziali e visibilità; suscita, per poterlo cavalcare, lo sdegno popolare per una palese ingiustizia, i privilegi della classe dirigente, attraverso la fantomatica figura del portaborse precario. Il risultato? non si può prevedere (e se fosse positivo, malgrado SpiderTruman stesso?). Di tutta questa (brutta) storia, mi rimane chiaro un concetto: sapere è un mio diritto. INFORMARMI è un mio dovere.

  • Pippa Pippi

    PS: ricordo all’articolista che buttare lì una frase come: ———Tutte cose che in periodi di crisi economica ammetto che facciano un po’ arrabbiare i privati cittadini che si devono pagare tutto, ma che poi, comparate con analoghe tariffe e sconti offerte dalle varie società ai normali dirigenti d’azienda non sono così scandalose.——– la dice lunga sulla efficacia di comunicazione che molte volte mi ha lasciata stupita nei vostri manifesti. Ricordando inoltre che le -tariffe-dei dirigenti in aziende private noi non le paghiamo e che trovare scandalose queste non annulla la scandalosità dell’altra. Sono 2 scandali!
    ariPS: saluti ad Arianna:)

  • Pippa Pippi

    Teone: il risultato potrebbe essere tutto, e il suo contrario.
    Potremmo arrivare – forse lo spero per certi aspetti: pensa che bello sarebbe ricominciare da zero:)- dicevo, potremmo arrivare a deciderci anche noi per il NordAfrica, per la Grecia, o come la Bolivia di anni fa che scese in piazza una nazione compatta per più di un mese solo perché il governo aveva ventilato la privatizzazione della benzina.

  • renato

    E tu, ci vuoi dire chi sei, o ancor di più, cosa sei realmente? Chi ti paga o, meglio ancora, chi ti promette e cosa affinché lanci discredito su chi (ed a noi poco ci frega chi sia)almeno qualcosa inizia a smuovere.
    La vera OPERAZIONE DI MARKETING penso sia proprio la tua…

  • Giò

    Sconfessa le verità scritte da Spider Truman invece di rivelarci chi è il fantomatico scrittore parassita del potere !!!

  • Nat

    Che importa? Lui, o chi per lui, ha trovato il modo migliore di divulgare le informazioni.

  • katia

    valigia blu sta macchinando contro spider, perchè copre e fa parte della casta!
    massoneria deviata contro la verità! o si fà politica x passione o se ne stessero a casa! quanto a di pietro è consapevole che lui e i suoi stanno nella casta e se qualcosa cambia cambierà anke per loro.

  • Mattia

    MOLTI GIORNALISTI CONTINUANO A GUARDARE IL DITO CHE INDICA LA LUNA… MOLTI CITTADINI VI STANNO DICENDO CHE LORO VOGLIONO GUARDARE LA LUNA; FATELO ANCHE VOI!!!

  • pappo

    che stronzata di articolo! partendo dal presupposto che se anche fosse vero, cmq los cnadlo per i vari privilegi assurdi esiste cmq e poi col cazzo che erano noti in quanto il 70 e più %della popolazione non li conosce perchè se anche fossero usciti su qualche libro e o inchiesta cosa non vera tra l’altro, cmq sono sicuramente libiri poco consociuti. di conseguenza valgia blu vai a farti fottere tu e quella troia affumicata che ha fatto questa analisi della micnhia. siete un sito di merda ed è per questo che anonymous lo bloccherà una volta per tutte.

  • Simo

    @Birillo : non so se il tuo post ê degno di risposta, ma spendo altri 5 minuti perchê trovo curioso che tu abbia preferito rispondere al mittente piuttosto che contestare il suo punto di vista.

    Questa stragegia non ti ricorda niente?

    il mio era un post provocatorio, sicuramente retorico visto che il problema ê retorico.

    mi chiedo come mai qualcosa di noto a tutti innesca una reazione solo quando minaccia di toccare il portafoglio.Retorico o no, ê qualcosa su cui vale la pena interrogarsi. Se tu non vedi questo come un problema, l’unica spiegazione ê che vorresti togliere privilegi a qualcuno per mantenere o aumentare i tuoi.oppure sei un parlamentare che ama le auto blu.

    Forse ê venuto il momento di smettere di negare l’ovvio e riprendere tutto quello che avete catalogato come retorica malgrado fosse vera.

    non credo tu sia in buona fede, e non penso di ricapitare su questa pagina ma se ci tieni a discutere gli argomenti – ripeto, gli argomenti, chiedi il mio email alla redazione – li autorizzo a dartelo.

  • Simona

    Arianna leggetevi Il fatto quotidiano

    ne avrete da imparare :

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/20/facciamo-piazza-pulita/146720/

  • Rendor
  • umberto

    Mi permetto di partecipare al dibattito nella convinzione che un mio contributo possa essere considerato in tutta buona fede,per una ragione molto semplice: dichiaro di essere persona di sinistra e dunque sono di parte. Naturalmente sono di parte anche tutti gli altri che hanno lasciato i loro commenti però,io non so di quale parte.Il mio pensiero: sono vere le cose scritte dal fantomatico precario? Io ho letto la casta, la anche la deriva e tante notizie che di solito trovo sui quotidiani e a volte su face book, sui privilegi e mi indigno sempre. questa volta però, c’è una indignazione generale perchè il tempismo della notizia ha dato possibilità di sfogo legittimo visti i sacrifici richiesti quasi a tutti. Tranne la casta naturalmente. E’ lecito affermare che ciò è ingiusto? Io credo di si! E’ lecito sostenere che i privilegi li ottengono tutti, ma proprio tutti?? destra e sinistra? Infastidisco qualcuno quando affermo che la politica non dovrebbe essere un mestiere? La metafora del tacchino che non è felice sotto natale (riferiti ai politicanti)che non voterebbero mai la riduzione dei privilegi non vi sempre vergognosa? forse qualcuno della casta si è sentito offeso? Eppure sono stati paragonati -anche solo metaforicamente- ai tacchini. Io e, credo, tante persone come me,si sarebbero offese. Voi che criticate il “precario”, vi sareste offese? Io credo di no.

  • cristiana

    Non ho letto tutti i commenti, quindi forse qualcuno avrà già scritto ciò che anche io penso…e cioè che si tratta della solita manovra di un politico (vedi IDV e Di Pietro) di racimolare nuovi consensi….adesso fanno un po’ ci casino, fanno approvare qualche taglio da attuare come sempre nella prossima legislatura, sperando di sedere lui stesso sullo scranno più alto, e poi ritrattare tutto come sempre…per quanto mi riguarda tutti i deputati e i senatori e ministri e compagnia bella che sono oggi nel nostro parlamento DEVONO ANDARE A CASA!!!!

  • Roberto C.

    Secondo me nn è nemmeno un parlamentare… Semplicemente perchè avrebbe tirato in ballo altri fatti che in giro per la rete nn ci sono… Perchè scrivere cose che sono facilmente reperibili in internet???

  • gius

    non capisco cosa si propone l’uomo con la valigia blu.Forse ha invidia per la popolaritá che Spider – chiunque egli sia – si é creato in 2 giorni mentre “valigia blu” non la conosce nessuno?E se voi siete tanto piú informati e documentati e bravi di Spider, perché non avete fatto quel che ha fatto lui?Spider é un catalizzatore della indignazione degli Italiani per una classe politica tra le piú avide, incapaci, insolidarie, corrotte al mondo.Ben venga chiunque aiuti a demolirla, anche se sará dura.E voi, invece di criticare, unitevi alla difficile lotta

  • firebird3

    Se tutti questi privilegi sono risaputi e nessuno si scandalizza, allora dove sta il problema?
    Ve lo dico io, il problema sussiste perche’ la gente comincia a fare i confronti con gli altri paesi europei. In realta’ questi fatti dovrebbero essere stati motivo di scandalo da sempre.

  • Angelo

    quindi?

  • Roberto

    Sarà solo un operazione di marketing, ma che dire degli assistenti parlamentari in nero anche in IDV?

  • Fabio

    1: è completamente inutile parlare dei massimi sistemi fra di noi.
    2: il post porta decisamente a pensare una posizione pregiudiziale verso spidertruman, compresa in parte ma non professionale
    3: la maggioranza dei commenti dichiara che non interessa il contenitore e la sua autenticità ma le notizie anche se copiate da altri.
    4: in caso di operazione nascosta, non sarebbe la prima nè l’ultima, molti quotidiani e giornalisti hanno fatto di peggio, esempio ultimo belpietro e l’attentato.
    5:il commento 43 riassume tutto il significato dell’evento… spidertruman serve solo ed esclusivamente a raccogliere persone che singolramente non potrebbero fare nulla.
    6: altro commento utile è stato sul fatto che con le inchieste “professionali” non si è giunto a nulla di globale ma solo eventuali tagli di rametti secchi, il sistema sopravvive integro.
    7:spidertruman dovrebbe comunque postare ancora documenti e/o riferimenti precisi per non far arretrare la cosa.
    8: se il parlamento ha emesso una nota ufficiale che non ho ancora trovato) è un chiaro segnale di preoccupazione verso qualcosa che tanto falso non può essere, se ne sono fregati di ben altri attacchi in passato.
    9: io non ho FB, ma chiedo a tutti quelli che lo utilizzano di organizzarsi con proposte concrete e realizzabili (evitate il “impicchiamoli tutti .. al rogo ecc”) da postare sul profilo di spidertruman e “votarle” tramite i like, è l’unica cosa da fare per rendere utile questo evento.
    10: cojnvolgete chi può portare altri fatti certi per riuscire a ricreare un altro libro tipo pansa ma immediatamente fruibile a tutti ed in contemporanea, solo in questo modo la coscenza collettiva può essere stimolata a fare qualcosa che i francesi (non molto amati da noi) sanno fare da sempre.

    Perdonate la lunghezza del post ma è solo teso a limitare i commenti inutili per spingere a concretizzare quelli utili… altrimenti fra 20 giorni tutto sarà dimenticato come sempre. Grazie.

  • Ludovica

    Benissimo, ST è un truffaldino Mascia? Quindi? Cosa facciamo? Continuiamo con la polemica tra poveri? Diffondiamo l’indignazione anche tra coloro che dormono e facciamo finalmente sta benedetta rivoluzione democratica mandando a casa la Casta! E se questo voleva essere un espediente per ottenere un grido forte ed unanimo..ben venga!

  • luciano

    Non ha importanza se esiste o no l’importante è che finiscono i privilegi assurdi di questi ladroni , il resto non conta nulla , saluti.

  • grandetommitico

    non importa da chi e partita o da chi sia stata inventata certo e che di costi della politica ne sappiamo tutti leggiamo sempre di tagli che non vengono mai effettuati ma la mannaia colpisce sempre noi e mai i nostri politici allora giusto mettere in evidenza lo spreco e lo scempio dei soldi che noi versiamo allo stato noi che lavoriamo onestamente e che facciamo fatica ad arrivare a fine mese dobbiamo pagare loro non si sa per quale grazia ricevuta devono godere di frutti che non sono prodotti dal loro lavoro

  • [url=http://lucio.altervista.org/]satanasso[/url]

    Spider Truman è Francesco Caruso, ex leader No-global ed ex-parlamentare di Rifondazione Comunista. A scoprirlo, sfruttando una clamorosa falla nella procedura di recupero della password di libero, è stato il blogger “Il mio pensiero”.

  • [url=http://lucio.altervista.org/]satanasso[/url]

    Spider Truman è Francesco Caruso, ex leader No-global ed ex-parlamentare di Rifondazione Comunista. A scoprirlo, sfruttando una clamorosa falla nella procedura di recupero della password di libero, è stato il blogger “Il mio pensiero”.

  • satanasso

    Spider Truman è Francesco Caruso, ex leader No-global ed ex-parlamentare di Rifondazione Comunista. A scoprirlo, sfruttando una clamorosa falla nella procedura di recupero della password di libero, è stato il blogger “Il mio pensiero”.

  • satanasso

    chiedo scusa per il post multiplo per un malfunzionamento del mio browser

  • Roberta Martullo

    Non è FRANCESCO CARUSO, questa è la sua smentita:
    Io non sono Spider Truman. L’ho conosciuto alla Camera dei Deputati, da allora siamo rimasti in contatto per molto tempo. L’ultima volta che ci siamo visti, tre o quattro mesi fà, stava messo veramente male: dapprima aveva un contratto regolare, poi 900 e…uro al mese a nero, poi alla fine nemmeno quelli. Era irritato, incazzato, aveva deciso di fargliela pagare. Mi contatta per mail un paio di settimane fà, mi spiega il suo progetto, non capisce molto di internet ma vuole denunciare il suo “datore di lavoro”, poi decide che vuole denunciare tutto il marcio del palazzo. Un po eccessivo nella pretesa, ma non gli dico nulla per non demoralizzarlo. Io gli dò una mano per fare il blog, il profilo facebook, ma non pensavo che avrebbe combinato tutto questo casino!!! Cmq buon per lui, io gli sono vicino e spero di rincontrarlo presto. Mi ha chiamato oggi per implorarmi di mantenere il massimo riserbo sulla sua identità.er Truman. Io posso solo dire che ritengo la sua battaglia sacrosanta, anche se rischia di scivolare verso una banalizzazione demagogico-populista. E’ vero che i deputati guadagnano troppo ed è vergognoso che chiedano sacrifici a tutti tranne che a loro stessi. Tuttavia ritengo che siano sempre sbagliate le facili generalizzazioni. Ci sono deputati e senatori (molti) che fanno affari, intascano tangenti, ma ci sono anche deputati e senatori (pochi e sempre meno) che si impegnano al fianco del disagio sociale, che rivolgono lo sguardo verso gli ultimi. Con Spider truman ne discutevamo spesso su questo punto: c’è una bella differenza tra chi è inquisito per mafia e tangenti e chi è denunciato per aver cercato di bloccare uno sfratto di un’anziana sola o lotta per difendere i diritti sociali, l’ambiente e il lavoro. Io ho vissuto due anni alla Camera e in quei due anni decisi di devolvere il 90% del mio stipendio perchè credevo e credo tuttora che 1700 sia uno stipendio più che dignitoso (qualche estratto conto di quei tempi, che pubblicavo sul mio blog di allora, è ancora in giro su qualche sito come questo http://marxsifacevalecanne.blo?gspot.com/2007/03/lo-stipendio?-da-parlamentare-di-caruso.htm?l oppure basta scrivere “caruso latifondista skoda deputato” su google per ritrovarne qualche traccia da qualche parte. Ai colleghi parlamentari di allora proposi un disegno di legge, semplice semplice di due righe (non ci vuole una riforma costituzionale per ridurre gli stipendi!) che recitava testualmente: “Al secondo comma dell’articolo 1 della legge 31 ottobre 1965, n. 1261, le parole: «non superino il dodicesimo» sono sostituite dalle seguenti: «non superino il ventiquattresimo».. Il comma 52 dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 2005, n. 266, è abrogato “. Venne liquidata, come potete riscontrare leggendo il suo iter sul sito della camera (http://legxv.camera.it/_dati/l?avori/schedela/trovaschedacame?ra_wai.asp?pdl=2104&ns=2), in dieci minuti. I deputati con lo yacht iniziarono a raccontare che io ero un latifondista, per dimostrare che alla fine “son tutti uguali”. Io non vivo con la politica, non ho mai avuto una tessera di partito in tasca (fui eletto come indipendente nelle fila del PRC), oggi svolgo un lavoro di ricerca presso l’università complutense di Madrid sul mercato del lavoro nei distretti agroalimentari del Sud Europa. Guadagno 1058 euro al mese, scadenza 31.12.2012, ma a differenza di Spider Truman ho una speranza. In questi mesi in Spagna ho seguito con passione e interesse il movimento dei indignados spagnoli: un’esplosione di gioia e di rabbia, una riappropriazione dal basso della democrazia, una generazione senza futuro che ha deciso di riprendersi in mano il proprio destino. ma anche le sorti di un paese martoriato dalla speculazione finanziaria e soffocato in questi anni dalla falsa alternanza tra PP e PSOE. Caro Spider, continua a fare quello che fai, ma ti ribadisco ancora una volta che non basta un supereroe mascherato per cambiare radicalmente lo stato di cose presenti. Staccati dal computer e vieni sabato in piazza a Genova. Bisogna risvegliare le coscienze. Bisogna continuare a lottare. Francesco Caruso
    Di: Francesco Caruso

  • satanasso

    @ Roberta Martullo:
    Guarda, lui può smentire tutto quello che vuole, i fatti parlano chiaro. Esiste anche la testimonianza di Juan Arias che, sulla bacheca dell’eroe mascherato, ha pubblicato quanto segue:
    ” Provocatoriamente, poche ore fa ho attribuito la pagina a un cronista del Giornale. E un amico di Caruso e’ cascato nella trappola. Mi ha chiamato, inferocito e mi ha detto: “Vuoi rovinare tutto? A fare la pagina e’ Francesco Caruso, da solo…” Era titubante nel dire ‘da solo’, e ho insistito. “Chi gli da’ le notizie?” Idv e un Pd spesso dissenziente…oltre a un radicale doc!” Bravo Caruso, pero’ adesso dicci qualcosa sulle tue fonti. Te lo dice un vecchio giornalista che conosce l’Italia e odia la Casta quanto te.

    Ciao, Juan Arias (El Pais)”

  • Roberta Martullo

    Ok, diciamo che il mistero è stato disvelato o ci si è approssimati molto all’individuazione dell’identità dell’anonimo. Ora come si riformula il problema? E’ meglio o peggio che non si tratti di Mascia, Di Pietro? Chi è stato più bravo, Satanasso o Valigia Blu?

  • satanasso

    @ Roberta Martullo:
    Lungi da me attribuirmi meriti che non mi appartengono (quale parte di “a scoprirlo, sfruttando una clamorosa falla nella procedura di recupero della password di libero, è stato il blogger “Il mio pensiero” non ti è chiara?) il vero problema è perché 350.000 italiani, molti dei quali animati da nobili principii, abbiano premiato un signor nessuno per le sue non-rivelazioni di fatti marginali (seppur censurabili sono e rimangono un fenomeno di malcostume), tappandosi occhi, orecchie e bocca di fronte a macro-schifezze come la malavita al governo e dentro le aule parlamentari, la corruzione, le pratiche eversive etc., anch’esse ampiamente documentate e documentabili.

  • satanasso

    Ultimissima: Corsera: [Esplora il significato del termine: C’è Caruso dietro «Spider Truman» L’ex deputato di Rifondazione Comunista ha ammesso di aver dato una mano al blogger anti-Casta] C’è Caruso dietro «Spider Truman»
    L’ex deputato di Rifondazione Comunista ha ammesso
    di aver dato una mano al blogger anti-Casta
    [http://www.corriere.it/politica/11_luglio_21/spider-truman-francesco-caruso-leonard-berberi_6306892e-b3c1-11e0-a9a1-2447d845620b.shtml]

  • Roberta Martullo

    Scusami Satanasso, non solo non avevo letto che lo Sherlock Holmes de’ noantri è “Il mio pensiero” ma non sono neanche stata brava a comunicare la mia insofferenza verso questa caccia all’uomo che considero un ennesimo esempio di tafazzismo italico, un singolare godimento a farsi del male e a subordinare le “grette” esigenze umane agli obblighi signorili e all’eminente dignità dei grandi modelli incorrotti della comunicazione. Ed ecco che non appena si leva “una voce fra le voci” (rivendicativa, livorosa…che importa!)che si propone un fine utile alla collettività, quello di creare un collante fra volontà semi-oscure, dando anima ad un’indignazione oscuramente risvegliatasi, puntuali giungono i chierici di turno che cominciano a far piovere reprimenda, ad accanirsi per strappare la maschera al prossimo senza curarsi di lasciar cadere le proprie, fatte di diserzioni o anche di tradimenti verso il bene comune, come nel caso specifico. Sconcerta non poco l’idea che non conti per i chierici che un cittadino abbia deciso di arrischiarsi nella strada della denuncia, conta l’idea del successo e della popolarità che costui può acquistare, derivandola dall’appropriazione da parte di tutti di una consapevolezza della condizione che vivono senza che prima l’avessero ancora profondamente compresa. Esprimo a questo punto tutta la mia solidarietà a Caruso o a chiunque si celi sotto lo pseudonimo di Spider Truman: lo considero il detonatore di un processo di condivisione sociale senza precedenti, nato sulla “creazione trovata” dell’evidenza che esiste una ristretta cerchia di persone che vive e lucra alle nostre spalle. Al contempo ritengo che se gli interessi di alcuni sedicenti professionisti dell’informazione si collocano in una dimensione altra rispetto al bene della collettività, è quasi lecito sospettare che logiche autoreferenziali e utilitaristiche appartengano loro almeno in misura pari a quelle di Spider Truman (tanto per seguire la pista del processo alle intenzioni dell’ex anonimo). Ergo, sono uguali e speculari: nello specifico, meno validi, efficaci e coinvolgenti.

  • FILIPPO

    Ora basta davvero ! Chi c’è dietro davvero non importa!!! La casta esiste e fa VOMITARE !!! E’ il momento di farla finita !!! Se non verranno presi provvedimenti VELOCI sarà il popolo a farli prendere.. non dubitate… Il mediterraneo è anche a casa nostra !!! Nessuno se ne deve scordare… in Egitto la casta era Mubarack ? In Tunisia Ben Ali ? In Italia 2000 deputati/sentaori ? Non conta, conta che ci girano i coglioni e prima della fine esplodiamo !! Basta Casta ! Vergogna !!!

  • enrico

    SpiderTruman non esiste. Come avevamo subito intuito. Dietro c’è Gianfranco Mascia del Popolo Viola e dell’IDV

    IN MAIUSCOLO A TUTTA PAGINA

    bravi bravi giornalismo degno di studio aperto, chi e donna moderna…

  • enrico

    e si parla di dignità
    bleah

  • roxy

    ….. E ALLORA ????
    TUTTO QUELLO CHE RISVEGLIA LE COSCIENZE ASSUEFATTE DA DECENNI DI SCHIFEZZE VA BENISSIMO !!!!!!

  • arianna

    Continuo ad essere perplessa per questa vostra campagna, prima contro san precario, poi contro il popolo viola, ora verso questo spider truman…mi lascia un pò sospettosa… e anche un pò offesa, mi sento trattata come una stupida che va dietro a tutto. Credo che la gente abbia un pò di intelligenza per capire…e poi non riesco a capire se l’obiettivo e comunque comune contro questo “regime” che problema c’è?

  • Alf

    Se nei suddetti canali d’informazione fossero in grado di imbastire un simile travaglio popolare con una semplice operazione di marketing, primo non li avrebbero mai assunti perchè troppo qualificati e poi perché non farebbero gli interessi dell’AZIENDA B, secondo potrebbero assumere ad occhi chiusi la Pery Mason con la valigia blu che mi sembra decisamente più adatta e in linea col regime vigente.

  • Alex62

    Questo articolo è una bufala! Non c’entrano nulla il Popolo Viola o Di Pietro. Questo sito vuole salvare la casta scrivendo pure e semplici menzogne. Con buona pace della “dignità dei cittadini” e la mancanza di professionalità di chi cura questo sito e di tutti i commenti inutili, perché questa “notizia” è pura invenzione.
    Vergogna!

  • Cla

    La gelosiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa….

  • giuliol

    Ieri alcuni blog (e anche il corriere con un intervista) hanno detto che dietro a spidertruman ci sta Caruso ex rifondazione. Lui ha in parte smentito ma ha detto che ha aiutato il precario a creare la pagina fb e il blog perche il tizio sarebbe poco pratico di internet. Penso sia il caso di rettificare l’articolo no? anche se ovviamente gli insulti gratuiti non sono mai accettabili come leggo in alcuni commenti e sulla pagina viola.

  • giuliol

    Poi mi sembra che comunque il problema non e’ chi accusa la casta ma la casta stessa..che senso ha litigare con mascia e popoli viola?

  • gio56

    l’importante sono i contenuti, non da chi o come vengono evidenziati

  • stefano

    Quindi Caruso e Mascia sono la stessa persona? Ciccone illuminaci con la tua superiorità!

  • satanasso [http://lucio.altervista.org/]

    @ Roberta Martullo:
    “dando anima ad un’indignazione oscuramente risvegliatasi, puntuali giungono i chierici di turno che cominciano a far piovere reprimenda, ad accanirsi per strappare la maschera al prossimo […] Sconcerta non poco l’idea che non conti per i chierici che un cittadino abbia deciso di arrischiarsi nella strada della denuncia […]”
    Io trovo perfettamente legittimo, oltreché doveroso indagare sulle fonti, ciò che tu chiami “strappare la maschera al prossimo” per me è sinonimo del far chiarezza. Nel caso in questione c’era un punto cruciale da chiarire, cioé se dietro ST ci fosse la macchina da guerra di Casaleggio e Associati (l’organizzazione di intelligence che coordina le campagne grilline e dipietriste [http://sitoaurora.splinder.com/post/21014442/inchiesta-sulla-casaleggio-associati]). Dal momento che Mascia ha contribito a ingarbugliare la questione, prima negando ogni coinvolgimento nell’affaire Spider Truman, poi concedendo l’ambigua intervista al Fatto in cui, con un maldestro uso del “noi”, di fatto associa sé stesso e il Popolo Viola all’eroe s-mascherato ed essendo il Mascia in forza ad IdV in qualità di (per propria stessa definizione) “esperto di comunicazione e marketing”, il materiale per andare a fondo alla questione – IMHO – c’era eccòme. Alla fine è solo riuscito a dimostrare di essere un perfetto idiota. Amen. Tutto il resto della discussione, almeno da parte mia, verte sul fatto che i 350.000 fan di ST continuino a scaldarsi su questioni assolutamente marginali, certo deprecabili, che non vanno oltre il mero fenomeno di malcostume. Cito a questo proposito il pensiero di Paolo Barnard, che tra l’altro uso in apertura sul mio blog: “Il dramma non è l’esistenza di Berlusconi o di Putin, del Fondo Monetario o di Wall Street. Il dramma non è che ci manca l’informazione, non è infatti che non sappiamo quanto brutali, corrotti, avidi essi siano. Il dramma è che non sappiamo più spazzarli via. E siamo i primi nella Storia a essere così pavidi”. Ora chiedo: chi è che guarda la luna e chi il dito?
    @ webmaster: come già qualcun altro ha avuto modo di farti notare, questa piattaforma è un cesso.

  • luzazul

    “Ti voglio rivelare un segreto. Tu lo sai chi c’è dietro Spider Truman? I servizi segreti israeliani”

  • BiggMatt

    Ma non sarebbe il caso di scrivere un nuovo articolo e levare di torno questo? No giusto perchè a partire dal solo titolo è una cazzata visto che c’è qualcun’altro dietro ST…

  • satanasso [http://lucio.altervista.org]

    @ BiggMatt: levarlo no, ma di sicuro una rettifica e delle scuse sarebbero il minimo, non foss’altro in nome della dignità dei giornalisti e del rispetto cittadini…

  • Paolo

    Signora Cicconeee CHISSSENEFREEGAAA chi è Spidertruman !!!
    LA VERGOGNA SONO I PAPPONI DELLA CASTAAAAAAA !!!!

    Si svegliiiiiiii !!!!!

  • barbara

    ..e allora? chiunque sia sono d’accordo con lui, spero ne arrivino altri

  • Giuseppe

    E questo sarebbe giornalismo libero? I privilegi dei politici esistono, non ho letto quanto ha scritto SpiderTruman che può aver scritto delle immense sciocchezze…non sono finti però i privilegi e questa è l’unica verità che dovrebbe interessare. Tutto il resto è inutile e fazioso depistaggio

  • tabula

    valigia blu, repubblica.it, tutti difensori della casta.

  • graziella

    ho l’impressione che si stia creando un falso problema con la polemica “chi è spider truman”: ci interessa poco chi sia, il vero problema è tutto ciò che ha “svelato” anche se sapevamo già quasi tutto, questo ha in un certo senso risvegliato le nostre coscienze ed il senso di giustizia che si erano appannati; quel che è certo è che cosi non è possibile andare avanti: la casta è arrogante e crede che il popolo continui ad essere “bue”: quibdi grazie molte a spider truman chiunque egli sia.

  • alFaris

    Audacter calumniare, semper aliquid haeret – calunnia senza timore, qualcosa rimane sempre attaccato. Ciò che conta è il contenuto, non il contenitore: bravi, così si fanno le rivoluzioni – di carta. Peggio: interessa niente chi sia SpiderTruman, l’importante è ciò che ha “svelato”, anche se in realtà si sapeva già quasi tutto. Come dire: vale la diffamazione, il valore umano è nulla, i fatti sono inutili, l’informazione è un dettaglio. Mentalità tamarra, ideologia da stadio: atteggiamento da spettatore, per la serie “vai avanti tu ché poi io mi regolo”.
    Chi disse: “Non importa di quale colore sia il gatto, l’importante è che catturi il topo”? Tanti attribuiscono questa frase a Mao, ma egli, il “grande timoniere”, pur con tutti i suoi errori e i suoi difetti, era troppo onesto per disinteressarsi del colore del gatto. No, l’autore di questa meravigliosa pensata fu Deng Xiao Ping, il “piccolo timoniere”, colui che ha resa la Cina un’immensa azienda, sogno erotico di qualsiasi imprenditore sciacallo. “Ahi serva Italia, di dolore ostello, / nave sanza nocchiere in gran tempesta, / non donna di province, ma bordello!”, diceva Dante nel Canto VI del Purgatorio; e da allora, le cose sono rimaste identiche. Credere che un membro della casta possa cancellare la casta, vuol proprio dire essere un popolo bovino; sarebbe come indignarsi nel vedere che, dopo solo tre anni, l’Italia passi dall’accordo alla guerra alla Libia.
    Solo un dettaglio: sarebbe il caso di smettete di fare i finti “arrabbiati”, certi atteggiamenti sono degni de “Lo scrutatore non votante” di Samuele Bersani. Rivoluzionario fu Emiliano Zapata, il quale, quando gli fu proposta la poltrona presidenziale, rifiutò: “non combatto per questo. Combatto per le terre, perché le restituiscano”. Chissà se SpiderTruman preferirebbe morire in piedi, piuttosto che vivere in ginocchio – o meglio, assiso in cattedra: troppo bella la vita in rosa.
    P.S.: per onor di cronaca, e perché sia possibile diffamarmi ugualmente: sono stato sindacalista anarchico per quindici anni, ho smesso per causa dei colleghi, ai quali importa più entrare nelle grazie dei padroni che ottenere diritti, giustizia, trasparenza, onestà. Per questo SpiderTruman mi è indifferente; per questo, contrariamente al pensiero di Niccolò Machiavelli per il quale “il fine giustifica i mezzi”, ritengo che i mezzi debbano essere proporzionati e congrui al fine. SpiderTruman è contro _questo_ sistema, non contro _il_ sistema; e per quanto mi riguarda, dovessi scegliere tra sistema e sistema, mi risparmierei la fatica, e mi terrei questo.
    Stefano

  • Andrea Cogliandro

    Chiunque abbia scritto questo articolo si vergogni innanzi al Popolo Italiano.

  • Paolo Messi

    Sono passati più di due mesi e non hai ancora rettificato a questo punto sì può dire senza tema di smentita che sei una ciarlatana e come tale verrai trattata

  • ErlKoniG

    E se se ne parla è come se ne parla. Se non se ne parla è perchè non se ne parla. Se lo si dice non basta, se lo si urla non va bene. Se si dice berl… lo si aiuta a fare la vittima, se non si dice berlusconi allora si vuole nascondere il capocasta… se lo dice uno di idv non va bene, se lo dice uno del pd non va bene, se uno di sel non va bene, se uno di fli non va bene, se grillo non va bene. Se lo deci valigia blu si.

  • SuXGio

    Questo blog è una buffonata!!!

  • tomm

    Concordo, sto blog è una buffonata. Tra l’altro Di Pietro è uno dei piu (ingiustamente) attaccati da “spider truman”