Tutti i segreti dei grillini


[Tempo di lettura stimato: 1 minuto]

Dopo mesi di embargo e minacce (e forse spinti dalla paura di ripercorrere la stessa repentina parabola di Paola e Chiara) i Cittadini 5 Stelle hanno cominciato a varcare la soglia degli studi televisivi presentandosi davanti alle telecamere e alle domande sbalordite dei giornalisti.

Probabilmente delusi da settimane di leggende e dicerie sulle paranormali capacità dei 'nuovi arrivi', i conduttori che hanno fin qui avuto il privilegio di intervistarli (Formigli, Gruber, Mentana) sono apparsi quasi sollevati dal trovarsi di fronte a persone dalle sembianze tutto sommato antropomorfe (cosa che ho notato dal fatto che a Piazza Pulita Formigli a un certo punto ha smesso di trattenere il respiro per sembrare più magro e fare bella figura col cittadino Morra).

Seppur inizialmente spaventati dall'idea di qualcosa di ignoto e ultraterreno, un nuovo modello di essere vivente, i nostri anchor hanno trovato poi rassicurazioni e serenità nella più banale e confortante scoperta che potessero fare: si tratta di uomini politici come gli altri, con le loro bassezze, le manie, la retorica e le piccole ambizioni personali da spacciare all'universo-mondo. E sono lì per vendere.

Ma più di tutto, dopo mesi di dubbi e domande in cui si sono creati un'immagine dei grillini piuttosto stereotipata (anche grazie a loro stessi e a l'aurea di leggenda di cui si sono avvolti), i giornalisti non si sono fatti trovare impreparati studiando nei minimi dettagli le poche caratteristiche sostanziali della razza grillina a loro note, conoscenze probabilmente tramandate per via orale dalle sparute testimonianze dirette dei colleghi più fortunati, e per lo più adiacenti allo schema che siamo in grado di riproporre più giù in una costosa infografica.

-----

(CIAO A TUTTI è una specie di rubrica satirica che al cinema non rende).

Iscriviti alla nostra Newsletter

Segnala un errore

LINEE GUIDA AI COMMENTI